ArtVerona: le immagini dall’ edizione 2017 della fiera. 140 gallerie e 35 nuovi spazi

Le immagini dalla manifestazione inaugurata il 13 ottobre (fino al 16) e che presenta 140 gallerie provenienti da tutta Italia ed Europa. Con cinque sezioni e 35 nuovi spazi.

artverona, ph. irene fanizza. bibo's place
artverona, ph. irene fanizza. bibo's place

È la prima edizione della fiera veronese diretta da Adriana Polveroni, che eredita lo scettro da Andrea Bruciati, fino al 2016 alla guida della manifestazione.140 stand in fiera (35 alla loro prima partecipazione), 14 nuovi spazi indipendenti, cinque sezioni: Grand Tour, Scouting, Main Section, Raw Zone e i8, quest’ultimo ideato da Cristiano Seganfreddo. Ma come è la fiera? Due i padiglioni, idealmente divisi tra maestri e contemporanei, con una buona selezione di gallerie e tanti progetti speciali. Tra questi c’è ad esempio Free Stage che vede giovani artisti, non ancora promossi da una galleria, presentati da artisti della generazione precedente. I senior sono Daniele Puppi, Giuseppe Pietroniro e H.H. Lim.

artverona, ph. irene fanizza, galleria rizzuto
artverona, ph. irene fanizza, galleria rizzuto

GLI STAND

C’è una ampia rappresentanza di gallerie e spazi indipendenti (sono circa una ventina) provenienti dalla Capitale: Frutta e Emanuel Layr, entrambe reduci da Frieze London, Bibo’s Place, che ha da poco inaugurato il nuovo spazio a RomaMontoro 12, “espansasi” invece a Bruxelles, Ada che ha debuttato il 27 settembre scorso, Album Arte nella sezione i8, tra gli altri. Spazi Ariosi e proposte interessanti tra i corridoi, come ad esempio la doppia personale di Gianni Pellegrini Arcangelo Sassolino da Rolando Anselmi, Berlino, il “nuovo acquisto” Mario Cresci alla MLB gallery di Ferrara, Alessandro Neretti/Nero da Officine Saffi di Milano. Studio Arte Raffaelli, Trento, con un esuberante lavoro del 2017 di Laurina Paperina, intititolato Mars. Da Verona, invece, arriva lo stand di Isolo 17, con le monumentali immagini dense di memoria dell’artista Karlos Perez insieme alle opere di Noa Pane, Hannes Egger, Gianluca Balocco, Serena Gamba, Luis Israel Gonzales.

Noa Pane, l'installazione all'ingresso della fiera, galleria Isolo 17
Noa Pane, l’installazione all’ingresso della fiera, galleria Isolo 17

ONTANI E LUTHI SUPERSTAR

Michela Rizzo da Venezia porta un monumentale Olivo Barbieri che saluta all’ingresso i visitatori del Padiglione 12, tra gli altri artisti presentati dalla galleria. Dalla vicina Mestre arriva il bello stand della galleria Massimo De Luca, che accoglie con la pittura di Paola Angelini, insieme a Giusy Pirrotta, Barbara Prenka e VOID. Tra i progetti più interessanti c’è quello di Analix Forever, Ginevra, ispirato al libro di Claudio Parmiggiani Stella, Sangue e Spirito, realizzato Alexandre d’Huy, Eva Magyarosi, Gianluigi Maria Masucci e quello di Ex Elettrofonica, Roma, con la tris italiana Davide D’Elia che presenta il proseguo di una mostra già realizzata in galleriaFlavio De Marco e il site specific di Ludovica Gioscia. Grande attenzione è naturalmente riservata agli artisti Urs Luthi e Luigi Ontani, protagonisti, insieme a Roman Opalka, della mostra alla Galleria D’Arte Moderna Achille Forti, intitolata Il mio corpo nel tempo. Il primo è presente da Collicaligreggi, Catania e Nicola Turco Arte Contemporanea, Parma. Il secondo è da Conceptual, Bergamo e alla Galleria Il Ponte di Firenze. Ecco le immagini.

www.artverona.it

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.