Nasce Cuma Express, il treno dei Campi Flegrei. Da Napoli agli scavi un solo biglietto

Dal 1 luglio un biglietto integrato di 10 euro permetterà il viaggio di andata e ritorno in treno da Napoli ai Campi Flegrei e l’ingresso a tutti i suoi monumenti: Anfiteatro Flavio, Terme di Baia, Castello-Museo archeologico e Scavi di Cuma.

Terme di Baia
Terme di Baia

Con soddisfazione apprendo l’attivazione dal 1 luglio della linea ferroviaria “Cuma Express” che collegherà Napoli al Parco archeologico dei Campi Flegrei, con i treni Eav. A dirlo è Paolo Giulierini, l’archeologo toscano neo direttore ad interim del Parco archeologico dei Campi Flegrei – incarico che somma a quello di direttore del Museo Archeologico Nazionale di Napoli – che proprio in questi giorni ha sottoscritto un accordo con EAV – Ente Autonomo Volturno, socio unico della Regione Campania, per la creazione di un biglietto integrato che consentirà sia l’accesso al parco archeologico che il collegamento in treno andata e ritorno, utilizzando le linee gestite da EAV.

UN PROGETTO A LUNGO TERMINE

Castello-Museo archeologico di Cuma
Castello-Museo archeologico di Cuma

Portare nuovamente il treno verso uno dei monumenti dei Campi Flegrei come Cuma –  la più antica colonia greca d’Occidente, con i suoi grandi templi di Apollo e di Giove, trasformati in chiese nel Medioevo – non è una scelta estemporanea, ma un progetto a lungo termine che si inserisce nel rilancio del Parco – la cui giurisdizione si estende ai comuni di Pozzuoli, Bacoli, Monte di Procida e Giugliano -, attraverso una mirata azione di marketing e la promozione di interventi finalizzati a rendere i percorsi più sostenibili, accessibili e fruibili. “È il primo step per un nuovo sistema dei trasporti a supporto della rete monumentale e territoriale dalla forte vocazione turistica”, continua Giulierini. “Lo considero un buon primo passo. Sono certo che questo treno dedicato darà buoni risultati durante la sperimentazione, consentendo a chi sceglie Napoli, le isole o la costiera, di potersi muovere più agevolmente anche verso i Campi Flegrei, esplorando la Campania”.

IL TRAGITTO

Sibilla Cumana
Sibilla Cumana

Così, elettrotreni di ultima generazione, gli ET500 con capacità di 68 posti a sedere numerati e 2 posti disabili, saranno utilizzati in questo percorso che va dal cuore della città di Napoli – dalla storica stazione di Montesanto – fino all’area flegrea, con un biglietto unico di 10 euro (acquistabile online) che permetterà l’ingresso a tutti i suoi monumenti: Anfiteatro Flavio, Terme di Baia, Castello-Museo archeologico e Scavi di Cuma. Il servizio prevede l’effettuazione di 4 corse, in andata e ritorno, nelle domeniche e nei festivi dal 1 luglio al 30 settembre, con quattro fermate intermedie nelle stazioni di Mostra, Pozzuoli, Fusaro e Torregaveta. Il viaggiatore potrà salire e scendere con lo stesso biglietto nel corso di una giornata visitando i maggiori siti del Parco Archeologico dei Campi Flegrei. “L’idea del Cuma Express parte sulla base del modello del Campania Express, in via sperimentale soltanto la domenica”, conclude il presidente EAV, Umberto De Gregorio, “ma nel prossimo anno vorrebbe diventare un progetto definitivo da estendere anche ai giorni feriali”.

– Claudia Giraud

https://www.eavsrl.it/web/home

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).