Leading Culture Destinations 2015. Vince il MoMA

Musei e cultura come motori di economia e civiltà. Ecco finalisti e vincitori del riconoscimento che punta a rivoluzionare i premi di settore, con uno sguardo globale e nuovi parametri di valutazione. E l’Italia?

Print pagePDF pageEmail page

LCD Awards 2015 Vincitore per massimo punteggio in tutte le sezioni e migliore innovazione digitale. MOMA Museum of Modern Art, New York

LCD Awards 2015 Vincitore per massimo punteggio in tutte le sezioni e migliore innovazione digitale. MOMA Museum of Modern Art, New York

UN PREMIO VISIONARIO
La cultura è il motore della nostra crescita, può esserlo anche per le città e può modificarle, in meglio. La riflessione, in apparenza ovvia per chi di cultura si nutre, è a fondamento del neonato premio Leading Culture Destinations, celebrato a Londra, per la seconda edizione appena, nel novembre 2015. Cultura è valore in sé, crea comunità e senso civico, val bene un premio mondiale a chi meglio la diffonde.
In termini economici, cultura significa sviluppo, fattore trainante primario per il turismo. Il Leading Culture Destinations Award sbaraglia il campo su quanto finora dibattuto, in termini di classifiche e riconoscimenti, sul ruolo culturale più o meno trainante di luoghi o città nel mondo. Dove previsti, i premi analoghi, riservati al settore culturale, sono stati sempre considerati rispetto a uno specifico Paese; alla scala globale si sono giocati sempre nel club delle tre città leader di Londra, Parigi e New York.
Come fa notare il fondatore del premio Florian Wupperfeld: “Fin qui ricerche e analisi si sono condotte sempre con dati e argomenti sintetizzati in cifre, su base statistica ed esclusivamente quantitativa, numero di visitatori ed estensione in mq”. Mai, prima del Leading Culture Destinations Award, a quei dati, comunque importanti, è stata abbinata una valutazione qualitativa, interdisciplinare e urbanistica, su ricadute e impatto sociale dei musei, quali luoghi urbani attrezzati per divulgare cultura; mai, fin qui, nessun riconoscimento aveva premiato il “quoziente di visionarietà” di un museo.

LCD Awards 2015 Tate Modern, London. Migliori mostre e programmi 4 © Hayes Davidson and Herzog & de Meuron

LCD Awards 2015 Tate Modern, London. Migliori mostre e programmi 4 © Hayes Davidson and Herzog & de Meuron

LE CATEGORIE IN CONCORSO E I CRITERI DI SELEZIONE
I musei in concorso vengono selezionati in base al contributo specifico fornito al panorama culturale internazionale, in termini di innovazione. Gli elementi chiave per primeggiare sono l’approccio visionario e l’articolazione dell’offerta; il valore iconico delle architetture; il programma audace nelle proposte; la gestione particolarmente proattiva in quanto a intrattenimento qualificato, che riguarda anche ristoranti stellati, performance musicali, apertura nelle ore serali.
Obiettivo di LCD è creare una piattaforma di discussione in cui esplorare, riconoscere e promuovere la vitalità culturale dei musei nel mondo, come valore propulsore di identità sociale, opportunità di sviluppo e trasformazione urbana. Una sfida a chi fa meglio, alla ricerca di buone pratiche, mirata a coinvolgere istituzioni consolidate ed emergenti insieme, come dimostra il numero crescente di musei in città dell’Asia, del Medio Oriente e dell’America Latina che hanno deciso di puntare sull’attrazione culturale per il proprio sviluppo internazionale: un boom culturale se si pensa che nel 2015, solo in Cina, sono stati realizzati 3.500 nuovi musei.
Alla seconda edizione è stata dunque aggiunta una sezione specifica dedicata alle destinazioni culturali emergenti, che celebra i migliori istituti non profit di arti visive in tutto il mondo, distribuite in sei regioni geografiche. A questa si affianca la nuova sezione viaggi, dedicata alla migliore esperienza d’arte in boutique-design hotel. Al contesto museale è riconosciuto il ruolo di nuovo hub sociale, ben oltre l’offerta didattica ed educativa per cui nasce l’istituzione. Sull’esempio iniziale di strutture come il MoMA, il museo diventa un distretto articolato di spazi e funzioni dove trascorrere il tempo libero, lavorare, fare shopping, fino ad esplorare ospitalità e cultura gastronomica, in hotel e ristoranti integrati alla struttura complessiva. Il concept del museo integrato è un modo per rispondere ad abitudini che già pratichiamo, a dimostrazione di quanto la cultura faccia parte del nostro stile di vita, più di quanto abbiamo finora realizzato sulla nostra stessa esperienza, abbinando le visite culturali ai viaggi e dunque alla conoscenza sensoriale dei luoghi.

LCD Awards 2015 Fondazione Louis Vuitton, Paris. Migliori architetture, spazi e design

LCD Awards 2015 Fondazione Louis Vuitton, Paris. Migliori architetture, spazi e design

LE PAROLE DEL PRESIDENTE
Quest’anno la giuria è stata presieduta da Gail Dexter, Lord alla Lord Cultural Resources, consulta leader al mondo in quanto a capitale culturale: “I musei, la cultura, sono tra i migliori asset delle città. Il capitale culturale generato dai musei è uno dei fattori centrali per sostenerne il potenziamento economico”, ha dichiarato. “Le città emergenti stanno progressivamente investendo in cultura e nei musei in particolare, per attrarre visitatori e consolidare il proprio ruolo innovativo a livello globale. La capacità intrinseca dei musei di adattarsi e rispondere rapidamente ai cambiamenti del panorama culturale globale, li rende fonte di cambiamento essi stessi. Un management creativo e attento alle esigenze di visitatori e vita sociale, fa il resto. Obiettivo di LCD è cercare le eccellenze e premiarle, ma di più divulgarne programmi ed esistenza”.

L’ESPERIENZA DI FLORIAN WUPPERFELD
I vincitori sono selezionati da una lunga lista di candidature, costruita in base alle raccomandazioni culturali di ambasciatori globali, leader e innovatori nelle industrie creative, influencer e viaggiatori professionisti – nomadi culturali, esperti d’arte, moda, musica, cinema, cibo e intrattenimento, impegnati a cercare e sostenere le arti e l’innovazione ovunque nel mondo.
Non a caso, il premio LCD nasce dalla lunga esperienza del suo fondatore, Florian Wupperfeld, in settori trasversali legati all’arte, alla cultura e al viaggio di qualità. In campo dal 1997 come esploratore di tendenze, in collaborazione con Mercedes Benz per il lancio della Smart, Wupperfeld conduce per sette anni la direzione creativa in arte, design e comunicazione per il gruppo Soho House, per approdare infine al lancio della nuova avventura dei viaggi d’arte, il Leading Culture Destination Channel per “coloro che vedono l’arte e la cultura come parte del proprio stile di vita”. E, in chiusura, il premio.

LCD Awards 2015 Asia. Oita Prefectural Art Museum, Shigeru Ban Architects

LCD Awards 2015 Asia. Oita Prefectural Art Museum, Shigeru Ban Architects

I VINCITORI

LCD 2015 per massimo punteggio in tutte le sezioni: MoMA New York
LCD Migliori mostre e programmi: TATE MODERN Londra
LCD Migliori architetture, spazi e design: FONDAZIONE LOUIS VUITTON Parigi (Frank Gehry)
LCD Migliore innovazione digitale: MoMA New York
LCD Migliore offerta gastronomica Eat & Drink: CENTRE POMPIDOU Parigi
LCD Migliore offerta commerciale: VICTORIA AND ALBERT MUSEUM Londra

LCD Migliore destinazione culturale emergente
EUROPA – The Whitworth, The University of Manchester (UK) – MUMA Architects
ASIA – Oita Prefectural Art Museum, Oita (Japan) Shigeru Ban
AFRICA – Marrakech Museum for Photography and Visual Arts (MMP+) (Marocco) David Chipperfield
NORD AMERICA – Whitney Museum of American Art, New York (USA) Renzo Piano
CENTRO/SUD AMERICA – Gran Museo del Mundo Maya de Mérida (Messico) Grupo Arquitecture/4A Arquitectos
MEDIO ORIENTE – Mathaf: ArabMuseum of Modern Art, Doha (Qatar) bodin & associés architectes

LCD Migliore esperienza di viaggio
Hotel d’arte e design: La Colombe d’Or, Saint-Paul-de-Vence (Francia)
Città emergente per la cultura: Città del Messico

Per il 2015 l’Italia ha avuto tre nomination: la Fondazione Prada a Milano come “Miglior Destinazione per la Cultura Emergente”, il Rome Cavalieri Waldorf Astoria Hotels & Resort di Roma come “Miglior Esperienza d’Arte in Hotel” e la città di Venezia come “Miglior Città Emergente per la Cultura”.

Emilia Antonia De Vivo

www.lcdawards.com

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community