La casa di Winnie The Pooh esiste e ci si può dormire

Chi non vorrebbe realizzare il sogno di dormire nella casa di uno dei personaggi più amati dell’infanzia? Ora è possibile prenotare un soggiorno nella casa di Winnie The Pooh, in un bosco incantato nel Sussex

I fan dell’orsetto più amato di sempre impazziranno alla notizia che la casa di Winnie The Pooh esiste davvero ed è anche un “Bearbnb” dove poter soggiornare.  Dove si trova? È immersa nella foresta di Ashdown nella contea dell’East Sussex, a sud dell’Inghilterra: un luogo ameno popolato da pini, betulle e querce che ricorda molto il bosco dei Cento Acri dove sono ambientate le avventure del celebre personaggio di Alan Alexander Milne.

Nella casa di Winnie The Pooh come Christopher Robin

La casetta è una riproduzione fedele di quella in cui dimora Pooh nelle illustrazioni originali di E.H. Shepard: a realizzare nel minimo dettaglio gli interni e gli oggetti che popolano la casa è stato Kim Raymond, artista che disegna le storie dei protagonisti del Bosco dei Cento Acri da ormai trent’anni. Dall’insegna sulla porta di ingresso con scritto “Mr. Sanders”, come nella storia, ai numerosi vasi di miele, dalla poltrona alla carta da parati, nulla è lasciato al caso e i visitatori si sentiranno come Christopher Robin in visita al suo amico di pezza.

L’ideatore di questo Bearbnb ha dichiarato: “Disegno Winnie the Pooh da trent’anni e continuo a prendere ispirazione dallo stile di E.H. Shepard e dalle storie Disney più recenti. Questo ‘Bearbnb’ è un’esperienza unica che dà l’occasione ai fan di immergersi nel magico mondo di Pooh, celebrando allo stesso tempo le avventure originali che hanno accompagnato molte persone per ben 95 anni”.

Come soggiornare nel Bearbnb

Molti si chiederanno come è possibile alloggiare in questa casa così originale. Si tratta di una delle proposte della piattaforma Airbnb, non certo nuova nel lanciare sistemazioni sorprendenti: ricordiamo ad esempio la casa di Monet a Giverny o nell’ultimo Blockbuster al mondo.

La Casa di Winnie The Pooh può ospitare fino a quattro ospiti e le prenotazioni saranno attive a partire da lunedì 20 settembre con un costo lancio di 95 sterline a notte sulla pagina web dedicata da Airbnb.

Gli ospiti che avranno la fortuna di dormire tra le mura di Winnie The Pooh dovranno però attenersi alle seguenti regole:

  • È severamente proibito l’ingresso agli Efelanti.
  • Tenere le mani fuori dai vasetti di miele.
  • Le 11:00 del mattino sono l’ora perfetta per uno spuntino.
  • È obbligatorio giocare alla corsa dei bastoncini sul ponte.
  • È concesso schiacciare più pisolini.
  • Animali domestici non ammessi (eccetto Ro, Tigro, Ih-Oh, Pimpi e Pooh).
  • Fino a 4 ospiti per soggiorno (dei quali un massimo di 3 bambini).
  • Vietato fumare: fa arrabbiare le api.
  • Per motivi di sicurezza, solo chi ha più di 6 anni dovrebbe dormire nei letti singoli al piano rialzato. Se ci sono ospiti più piccoli, è possibile sistemare anche un lettino o un box al piano terra.
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Roberta Pisa
Vive a Roma dove si è laureata in Scienze politiche e Relazioni internazionali. Da sempre si occupa di cultura e comunicazione digitale. Dal 2015 è pubblicista e per Artribune segue le attività social.