Il programma di So Far So Close propone “esercizi di vicinanza per riabbracciare l’esistente attraverso le arti performative con una nuova consapevolezza rispetto alla nostra vita comune in un pianeta infetto, e per ritrovare la forza dell’agire collettivo”. Il titolo scelto ben esprime il tema del progetto: immaginare nuove relazioni tra le persone ai tempi della distanza sociale, ma anche le nuove relazioni che possono costruirsi tra le aree urbane e le aree remote, in un percorso di rieducazione collettiva. In questa sperimentazione, tutti gli artisti sono chiamati a confrontarsi con il metodo dell’Open Design School, che che è stato uno dei fiori all’occhiello di Matera 2019, facendo incontrare professionalità di discipline diverse: dagli infettivologi agli ingegneri della sicurezza, dai designer agli artigiani, dagli architetti agli abitanti culturali. Gli esiti del processo di ricerca e sperimentazione confluiranno in un Manuale open source, una sorta di cassetta degli attrezzi o vademecum a disposizione di tutti.

ESERCIZI DI VICINANZA CON LE ARTI PERFORMATIVE

Con questo Festival” spiega Rossella Tarantino, Direttrice della Fondazione Matera Basilicata 2019 “vogliamo ripartire con gli eventi dal vivo, per colmare un vuoto prodotto dall’annullamento di tante produzioni culturali proprio in un anno così importante per il rilancio delle attività e del fermento culturale che, tutti insieme, siamo riusciti a generare negli anni precedenti. E lo facciamo interrogandoci proprio sui quesiti posti dalla pandemia, in termini di relazioni sociali”.
Il video che vi mostriamo documenta il secondo appuntamento del ciclo, che dopo il debutto con Emma Dante, vede protagonista Virgilio Sieni. Il coreografo e danzatore toscano, artista pluripremiato nella scena internazionale, ha realizzato tre spettacoli in diverse location: Solo Goldberg Variation a Venosa e Montescaglioso, Tattilità delle Chiome e Dolce Lotta a Matera.

Dati correlati
AutoreVirgilio Sieni
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.