Carta, resine, detriti, oggetti trovati, materiali organici e artificiali. Gabriele Silli, in occasione della sua mostra personale a Roma, riunisce una serie di lavori che sono frutto degli ultimi anni di ricerca; una lunga sperimentazione sulla materia e sui suoi processi di trasformazione. Le composizioni si stagliano nello spazio espositivo oppure fuoriescono dalle pareti come grosse escrescenze cristallizzate. La loro presenza scultorea si gioca sull’ambiguità del materiale in termini di consistenza, peso e misura.
La mostra, allestita in uno spazio attualmente in disuso del quartiere Pigneto a Roma, si sviluppa in due ambienti che rendono il percorso espositivo caratterizzato da due momenti distinti: uno luminoso al piano terra e l’altro di esplorazione e cavernicolo negli ambienti sotterranei. Il giorno dell’inaugurazione si è svolta la performance Martello-fiore 2018 o “della potenza”, con la presenza dello strongman Emanuele Greco, protagonista di un’azione distruttivo-propiziatoria.
La mostra, promossa da Pietroarco Franchetti e curata da Giuliana Benassi, resterà aperta, su appuntamento, fino al 5 gennaio 2019.

Evento correlato
Nome eventoGabriele Silli - Martello-Fiore op. 15-18
Vernissage07/12/2018 ore 19
Duratadal 07/12/2018 al 20/12/2018
AutoreGabriele Silli
CuratoreGiuliana Benassi
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoMACERATA 55
IndirizzoVia Macerata 55 – 00176 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.