Fondazione Ratti. Fra ordine e ordito

Fondazione Antonio Ratti, Como – fino al 17 aprile 2016. Doppio compleanno per la fondazione di base a Como: trent’anni dalla sua istituzione e cento dalla nascita del suo creatore. E in mostra ci sono le sue due anime, fra arte contemporanea e storia del tessile.

Textilities…once removed – installation view at Fondazione Antonio Ratti, Como 2016 - photo Agostino Osio
Textilities…once removed – installation view at Fondazione Antonio Ratti, Como 2016 - photo Agostino Osio

Per il centenario della nascita di Antonio Ratti, l’omonima fondazione comasca ha deciso di seguire la propria indole laboratoriale, organizzando non una pomposa mostra celebrativa, bensì un’esposizione di ricerca, suddivisa in due capitoli. La curatela del secondo episodio, ora in corso, è stata affidata a Gregorio Magnani, che ha scelto di presentare una riflessione sul condizionamento del contenuto rispetto al contenitore e sulle potenzialità che esso genera.
Fulcro della mostra è una selezione di opere di Noigandres, gruppo di poeti brasiliani che ha trasformato la parola e la pagina in scultura, senza prescindere dal significato. Anche il lavoro di Janice Kerbel ha come punto di partenza il linguaggio, in particolare l’indagine e la traduzione del legame fra struttura verbale e composizione musicale. La presenza di una regola e di un codice è l’elemento costitutivo della Barre de bois rond di André Cadere, quasi nascosta in una teca secondo le indicazioni dell’artista, mentre i Reliefs Series B di Charlotte Posenenske costellano il percorso, moduli infinitamente riconfigurabili in dialogo con il patrimonio museale della Fondazione Ratti. Alle pareti, infatti, i tessuti ikat e le matrici di stampa katagami mostrano inaspettati legami con le opere in mostra, accomunati dalla stessa tensione verso il superamento di un vincolo strutturale.

Marta Cereda

Como // fino al 17 aprile 2016
Textilities…once removed
a cura di Gregorio Magnani in dialogo con Rike Frank
artisti: André Cadere, Janice Kerbel, Hilary Lloyd, Gruppo Noigandres, Charlotte Posenenske,
FONDAZIONE ANTONIO RATTI
Via per Cernobbio 19
031 3384976
[email protected]
www.fondazioneratti.org

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/51947/textilities-once-removed-secondo-tempo/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Marta Cereda
Marta Cereda (Busto Arsizio, 1986) è critica d’arte e curatrice. Dopo aver approfondito la gestione reticolare internazionale di musei regionali tra Stati Uniti e Francia, ha collaborato con musei, case d’asta e associazioni culturali milanesi. Dal 2011 scrive per Artribune.