La Fondazione Carmignac apre un museo sull’isola di Porquerolles vicino a St Tropez

Sarà inaugurato a giugno 2018 un centro culturale gestito dalla Fondazione Carmignac che fa capo ad uno degli uomini più ricchi di Francia. Il centro, composto da uno spazio espositivo e un parco per sculture, sorgerà in uno dei luoghi più esclusivi del mondo: una piccola isola al largo della Costa Azzurra…

Fondazione Carmignac
Fondazione Carmignac

Un centro culturale composto da un parco di sculture all’aperto e uno spazio espositivo inaugurerà il prossimo giugno in un luogo da sogno: l’isola di Porquerolles al largo della costa meridionale della Francia poco distante da St. Tropez. Il progetto fa capo alla Fondazione Carmignac, fondata nel 2000 da Edouard Carmignac (Parigi, 1947) patron di una delle più note e redditizie società di gestione di fondi d’investimento in Europa e grande collezionista d’arte contemporanea.

LA FONDAZIONE

Cuore del progetto è naturalmente la collezione d’arte di Edouard Carmignac che conta opere di Andy Warhol, Jean-Michel Basquiat, Roy Lichtenstein, Gerhard Richter, Andreas Gursky, Keith Haring e Martial Raysse, oltre ad un numero cospicuo di lavori di artisti delle ultime generazioni. Un lavoro di acquisizione minuzioso durato 27 anni e focalizzato in particolare sulla Pop Art americana e sulla pittura tedesca. Fin dalla sua creazione, la Fondazione ha avuto due scopi: da un lato quello di rendere accessibile al pubblico la collezione e dall’altro sostenere i giovani artisti attraverso azioni di mecenatismo, una politica di acquisizioni ed un premio di fotogiornalismo.

LO SPAZIO ESPOSITIVO

La scelta dello spazio in cui mostrare la collezione è affascinante ma, al tempo stesso, insolita. Lontano dal clamore parigino il museo sorge in un luogo molto esclusivo: l’isola di Porquerolles a largo della Costa Azzurra. Per creare il centro culturale è stata trasformata la tenuta di famiglia, Villa Carmignac, una lussuosissima fattoria in stile provenzale, in uno spazio espositivo di oltre 2500 metri quadri. Il percorso espositivo è stato pensato come un dialogo costante tra l’interno e l’esterno della villa. La tenuta è infatti circondata da un parco, puntellato di ulivi ed alberi secolari, che ospiterà diverse sculture d’arte contemporanea. Non una collezione immobile ma destinata a crescere nel tempo con opere site-specific. La fondazione ospiterà sull’isola anche mostre temporanee e workshop d’artista.

   Mariacristina Ferraioli

http://www.fondation-carmignac.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mariacristina Ferraioli
Mariacristina Ferraioli è giornalista, curatrice e critico d’arte. Dopo la laurea in Lettere Moderne con indirizzo Storia dell’Arte, si è trasferita a Parigi per seguire corsi di letteratura, filosofia e storia dell’arte presso la Sorbonne (Paris I e Paris 3). Ha conseguito il Master in Organizzazione e Comunicazione delle Arti Visive presso l’Accademia di Belle Arti di Brera. Ha vinto la Residenza per Curatori della Dena Foundation for Contemporary Art presso il Centre International d’Accueil et d’Echanges des Récollets di Parigi. Ha lavorato al Centre Pompidou collaborando alla realizzazione della mostra “Traces du Sacré” e ha pubblicato un testo critico sul catalogo della mostra. Ha coordinato l’ufficio Master dell’Accademia di Belle Arti di Brera e ha curato mostre sia in Italia che all’estero. Redattrice di Artribune, collabora stabilmente con Cosmopolitan Italia, Marie Claire Maison, Le Quotidien de l'Art. Ha conseguito un dottorato in Comunicazione e mercati: Economia, Marketing e Creatività presso l’Università Iulm di Milano, è docente a contratto presso diverse istituzioni e fa parte del team curatoriale di ArtLine, progetto d’arte pubblica del Comune di Milano nel parco di CityLife.