Artissima 2021: date e novità della 28esima edizione della fiera di Torino

Si terrà all’Oval, dal 5 al 7 novembre, ma non mancheranno momenti di fruizione in modalità digitale. Artissima per la sua 28esima edizione, la quinta diretta da Ilaria Bonacossa, ha scelto come tema quello del “controtempo”: ecco di che si tratta

Artissima 2019, International Fair of Contemporary Art, Torino Photo: Perottino – Piva – Bottallo / Artissima
Artissima 2019, International Fair of Contemporary Art, Torino Photo: Perottino – Piva – Bottallo / Artissima

Il tanto agognato ritorno alla normalità, anche per il mondo dell’arte, sta assumendo forme sempre più concrete: tra pochi giorni inaugurerà a Venezia la Biennale Architettura e, per restare sempre in Italia, a settembre a Milano sarà la volta di miart, Salone del Mobile e Fashion week. All’agenda degli appuntamenti autunnali si aggiunge, adesso, anche Artissima, di cui sono state annunciate le date della prossima edizione: la fiera torinese diretta per il quinto anno da Ilaria Bonacossa si terrà dal 5 al 7 novembre, in presenza e anche in modalità digitale. Nel 2020 Artissima aveva annullato la sua usuale rassegna all’Oval; in alternativa, sulla piattaforma digitale XYZ sono state presentate le sezioni curate della fiera Back to the Future, Disegni e Present Future, insieme a una mostra diffusa che ha coinvolto diversi musei torinesi.

Artissima 2021 visual identity by FIONDA
Artissima 2021 visual identity by FIONDA

ARTISSIMA 2021: ALL’INSEGNA DEL “CONTROTEMPO”

La fiera si suddividerà, nel tempo e nello spazio, in due momenti, scanditi dalle modalità online e offline. Le tre sezioni curate della fiera – Back to the Future (curata da Lorenzo Giusti e Mouna Mekouar), Disegni (curata da Bettina Steinbrügge e Lilou Vidal) e Present Future (a cura di Ilaria Gianni e Fernanda Brenner) – saranno fruibili dal 4 al 9 novembre sulla piattaforma XYZ, oltre a essere visitabili in presenza in tre mostre collettive allestite all’Oval. Dal 5 al 7 invece, sempre all’Oval, saranno presentate le quattro sezioni storiche della fiera – Main Section, New Entries, Dialogue/Monologue e Art Spaces & Editions – che quest’anno verterà attorno al tema del “controtempo”, termine impiegato in ambito musicale che Artissima ha adottato per sottolineare la capacità dell’arte di “battere sugli accenti deboli trasformandoli in punti di forza e creando un contrasto di voce dominante: l’arte ha sempre agito in un ‘controtempo emotivo e formale’ grazie a intuizioni che anticipano il futuro cambiando le traiettorie di visione della realtà, scalzando i paradigmi e aprendo a interpretazioni e prospettive imprevedibili eppure imprescindibili”, spiega Ilaria Bonacossa. “Sotto questa luce, la storia dell’arte si compone di una polifonia di voci a tempo e in controtempo, legate in una sinfonia unica e sorprendente. Una sinfonia che Artissima vuole continuare e contribuire a scrivere”. Tra le novità della prossima edizione, sono la nuova main partnership stretta tra Artissima e Intesa San Paolo (dopo una partnership progettuale avviata nel 2020), e la nuova immagine grafica affidata per il quarto anno allo studio grafico torinese FIONDA.

– Desirée Maida

Torino // dal 5 al 7 novembre 2021
Artissima
Oval, Lingotto Fiere
www.artissima.art

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.