Nella straordinaria produzione di Gianni Rodari la natura è spesso presente come regno della libertà e dell’avventura. Il nuovo volume “Ambiente Rodari” si sofferma su questo aspetto, chiamando a raccolta venti illustratori internazionali

Se c’è una figura simbolo dell’infanzia in Italia è certamente quella di Gianni Rodari, il pedagogo e scrittore che, attraverso le sue filastrocche, favole e poesie per bambini, ha saputo dare forma e valore ai desideri dei piccoli lettori. Il suo impegno linguistico e letterario, ma soprattutto le sue teorie educative basate sull’importanza della fantasia, sono stati nel 2020 al centro di una vasta serie di eventi e uscite editoriali, tutti in omaggio allo scrittore piemontese ‒ celebrato nel doppio anniversario dei cento anni dalla nascita e dei quarant’anni dalla morte.
Archiviata quella folta parata di rassegne e pubblicazioni (tra queste il libro illustrato di Silvia Rocchi I sepolti vivi e il volume per l’infanzia Codice Rodari), lo scrittore di Omegna è tornato sugli scaffali grazie a un nuovo progetto editoriale dedicato alla sua instancabile attività. Si tratta di Ambiente Rodari, il libro per bambini che aiuta a crescere nel rispetto del mondo che ci circonda.

Ambiente Rodari, di Gianni Rodari (Einaudi Ragazzi, Torino 2021). Copertina
Ambiente Rodari, di Gianni Rodari (Einaudi Ragazzi, Torino 2021). Copertina

LE FILASTROCCHE “VERDI” DI GIANNI RODARI

Curatore del volume, edito da Einaudi Ragazzi, è Pino Boero – l’insegnante e studioso già autore dell’enciclopedia Rodari A-Z (pubblicata da Electa all’inizio del 2021). Sono venti in totale gli artisti chiamati a “tradurre” in immagini colorate le filastrocche di Rodari dedicate all’ambiente.
Vero è infatti che molto spesso, nelle storie dello scrittore, alberi, fiori e prati verdi rappresentano il “regno” della libertà. Contrapposta al grigiore dell’asfalto e della città con i suoi limiti e i suoi divieti, la natura è il luogo perfetto per dare sfogo all’immaginazione. È qui che prendono vita i personaggi straordinari dei racconti di Rodari – come l’omino delle nuvole o l’albero delle matite – e dove si coltivano lo stupore e il rispetto della vita.
Pubblicato in occasione del decennio ONU per il Ripristino dell’Ecosistema (2021-2030), il libro si sofferma proprio su queste ambientazioni e su questi personaggi “verdi”, valorizzandone l’insegnamento grazie alle matite di autori quali Andrea Antinori (a lui il compito di illustrare il racconto Tanti saluti dai fiumi), Simone Rea, Francesca Ballarini, Elisa Marzano e Bruno Zocca (sue le tavole relative alla storia Il prato).

Fabio Consoli, Passeri sul tetto. Tratto da Ambiente Rodari, di Gianni Rodari (Einaudi Ragazzi, Torino 2021)
Fabio Consoli, Passeri sul tetto. Tratto da Ambiente Rodari, di Gianni Rodari (Einaudi Ragazzi, Torino 2021)

IL COMMENTO DI PINO BOERO

Non deve stupire che in tutto l’arco della sua produzione, dagli Anni Cinquanta del secolo alla prematura scomparsa, Gianni abbia guardato con attenzione a quelle parole che caratterizzano la natura e che tanta parte avevano (e in parte hanno) nei testi dei libri di lettura”, scrive Boero nell’introduzione al volume. “I ‘ruscelletti’ sempre limpidi, i cieli ‘tersi’, le ‘casine’, gli ‘alberelli’, le ‘foglioline’, che straripavano come oggetti da poesiole d’occasione, diventano per lui soggetti capaci di interloquire con l’infanzia senza le ‘mediazioni’ dei diminutivi e dei vezzeggiativi: ‘alberi’, ‘foglie’, ‘prati’ si contrappongono ai divieti di giocare in cortile, alle barriere dei muri, agli edifici costruiti male per speculazione economica, alle antenne TV che sostituiscono gli alberi, alle radioline che turbano la pace del bosco”.

Luca Caimmi, Che cosa ci vuole. Tratto da Ambiente Rodari, di Gianni Rodari (Einaudi Ragazzi, Torino 2021)
Luca Caimmi, Che cosa ci vuole. Tratto da Ambiente Rodari, di Gianni Rodari (Einaudi Ragazzi, Torino 2021)

IMPEGNO E CREATIVITÀ IN GIANNI RODARI

Nei versi e nelle piccole storie della nostra raccolta, Rodari dà vita a un ‘omino delle nuvole’, trasforma il vento in un viaggiatore, fa tuffare allegramente il sole nel mare, dà la parola alle rondini, fa giocare i delfini, guarda con simpatia ‘la luce verdina senza pretese’ delle lucciole che fanno compagnia alla piccolissima e simpatica Alice Cascherina”, continua Boero. “Colori, musica, generosità della natura che tutto dona e nulla chiede in cambio sono in questi testi i felici padroni dell’ambiente, o almeno lo sarebbero se tutti i ‘grandi’ facessero come il professor Grammaticus, che rinuncia a correggere l’ortografia del suo scolaro che ha scritto ‘bosci’ invece di ‘boschi’ perché in quell’errore il bambino ha trovato un momento di felice libertà. Ancora una volta Gianni Rodari dimostra come sia possibile coniugare creatività e impegno, realtà e piacere dell’invenzione, leggerezza di parole e profondità di significato e tutto questo lo rende a noi – lettori piccoli e grandi di oggi – ancora più vicino e più caro”. Un libro per crescere e imparare il rispetto per il mondo in cui viviamo, giocando con le parole magiche del “maestro della fantasia”.

Alex Urso

Gianni Rodari (a cura di Pino Boero) – Ambiente Rodari
Einaudi Ragazzi, Torino 2021
Pagg. 56, € 18
ISBN 9788866566953
www.einaudi.it

Dati correlati
AutoriAndrea Antinori, Simone Rea
CuratorePino Boero
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.