100 Gianni Rodari: a Milano la più grande opera di floor art dedicata al celebre autore di favole

Grazie al progetto di riqualificazione urbana “Piazze aperte” del Comune di Milano, un grande murale dello street artist SMOE, dedicato a Gianni Rodari nel centenario della sua nascita, trasforma Piazzale Tripoli in un parco giochi

SMOE, 100 Gianni Rodari, fonte profilo FB SMOE
SMOE, 100 Gianni Rodari, fonte profilo FB SMOE

Dopo le piazze a pois, ora Milano punta sul figurativo e tributa il suo personale omaggio a un grande inventore di storie come Gianni Rodari in occasione dei 100 anni dalla nascita. Si tratta del progetto di “urbanistica tattica”, ovvero di restyling, di rinnovata vivibilità e di riqualificazione di alcune aree degradate della città – in chiave di risposta a determinate esigenze sociali ignorate dalla pianificazione istituzionale – che da qualche tempo il Comune sta realizzando nell’ambito dell’iniziativa Piazze aperte, avviata in collaborazione con Bloomberg Associates e il supporto della National Association of City Transportation Officials (NACTO) e Global Designing Cities Initiative.

L’OPERA DI SMOE

Abbiamo immaginato di evolvere il progetto di piazza tattica, solitamente caratterizzato da figure geometriche semplici, in una vera opera d’arte”, spiega Santo Minniti, Presidente del Municipio 6, che aggiunge sulla sua pagina Facebook: “per molti anni Piazzale Tripoli è stato oggetto di degrado e sosta abusiva delle autovetture e ora si è trasformato in uno spazio di incontro, di gioco e di socialità. Questi mesi hanno giustamente visto tutti concentrati a rispondere ai bisogni primari, e il Municipio 6 ha triplicato nel 2020 le risorse destinate a queste finalità. Ma abbiamo anche il dovere di immaginare Milano dopo la ripartenza, rispondendo ad un bisogno di socialità che cresce settimana dopo settimana, in particolare per i più piccoli: è nato così un bando finalizzato a realizzare la più grande opera di floor art di Milano, una piazza tattica per i piccoli, dedicata al celebre autore”. A vincere il bando è stato lo studio creativo e di produzione artistica e culturale Artkademy, da anni impegnato in progetti di arte pubblica e rigenerazione urbana sul territorio milanese e italiano, che può contare sulla collaborazione di artisti internazionali.

SMOE, 100 Gianni Rodari, fonte profilo FB SMOE
SMOE, 100 Gianni Rodari, fonte profilo FB SMOE

CHI È L’ARTISTA SMOE

Per questo progetto è stato selezionato lo street artist originario di Catanzaro (che lavora a livello internazionale) SMOE che ha ideato il progetto visivo e la sua realizzazione ora conclusa: si tratta del ritratto di una bambina, ispirato all’opera di Gianni Rodari Favole al telefono, scritta nel 1962 in cui il padre pendolare racconta le favole alla figlia lontana attraverso la cornetta. “1100 mq di pavement-art dipinti a Milano. Un omaggio all’ educatore e scrittore italiano”, spiega SMOE sul suo profilo Facebook. “L’opera è dedicata anche all’infanzia con il suo parco giochi geometrico”. Il murale funziona, infatti, anche come playground interattivo dove i bambini, calpestandolo, possono inventarsi innumerevoli storie in cui diventare protagonisti: il miglior tributo che si poteva fare a un maestro dell’arte della favola come Rodari.

– Claudia Giraud

Eventi d'arte in corso a Milano

Mostre a Milano, vai all'elenco completo di eventi d'arte in corso →

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).