Focus sulla proposta e sui possibili sviluppi futuri dell’evento digitale che si svolgerà dal 15 al 21 giugno sulla piattaforma web di fuorisalone.it, con l’aiuto di nuovi strumenti sviluppati per l’occasione. Ce ne parla Cristian Confalonieri, uno dei due fondatori di Studiolabo, all’origine di un progetto nato per necessità ma pensato per durare.
Il passato è strettamente connesso al futuro. Ne sono convinti i designer che hanno partecipato al progetto crossmediale lanciato dall’associazione torinese durante il lockdown, rintracciando nella produzione dei loro omologhi di venti, trenta o sessant’anni fa spunti utili per immaginare il mondo che verrà.
Nella seconda puntata di questa serie di interviste dedicate al design italiano intervistiamo il progettista ed esperto di comunicazione visiva marchigiano Tommaso Monaldi. Tra i temi principali ci sono il rapporto tra design e amministrazioni pubbliche, in particolare nel post-pandemia, e l’importanza dell’analogico in tempi di digitalizzazione forzata
Designer professionisti ed “entusiasti” sono invitati a riflettere sugli oggetti di casa, quelli che usiamo tutti i giorni e quelli che hanno un valore affettivo, e a combinarli tra loro per dare vita a nuovi oggetti-chimera ispirandosi ad alcune proposte d’autore. C’è tempo fino al 17 giugno.
A lockdown terminato in Italia e in via di conclusione nella maggior parte dei paesi del mondo, abbiamo chiesto a una serie di progettisti impegnati in ambiti diversi le loro impressioni sull’esperienza che abbiamo vissuto e la loro visione - professionale, ma non solo - del mondo che verrà. Si parte con Giorgia Lupi, che di mestiere trasforma i dati in racconti visivi.
Il senso di onnipotenza che affligge il sistema design, l’ammissione di responsabilità che non è arriva-ta, l’importanza di dare risposte locali e personalizzate a problemi globali. Di questi e altri temi ab-biamo parlato con la curatrice di Belgium Is Design, Reciprocity Design Liegi e della Maison POC sull’Economia Circolare a Lille 2020.
Fino al 27 giugno saranno disponibili su eBay mascherine protettive con immagini serigrafate disegnate da Ai Weiwei. Il ricavato della vendita andrà in beneficenza a organizzazioni umanitarie impegnate nella lotta contro il Coronavirus
Il progetto del collettivo di designer 5.5“racconta” il distanziamento fisico ai bambini delle scuole e agli automobilisti attraverso il simbolo dell’onda e un codice colore. Obiettivo: responsabilizzare in maniera ludica.
Il duo creativo che ha fatto del colore e degli accostamenti inattesi la sua cifra stilistica, ha approfittato della pausa introspettiva rappresentata dalla quarantena per lanciare una galleria di design online specializzata in pezzi unici e “objects trouvés” da collezione
Dopo dieci edizioni di successo e alcuni cambi di location, il progetto italo-olandese si arrende alla crisi del Coronavirus. È la fine di un’era, e - forse - il momento di ripensare tutto il sistema.
Formatasi in Svizzera, ma radicata a Milano, Nanda Vigo aveva 83 anni. Le sue opere sono state esposte in mostre e musei di tutto il mondo.
Vitra mette online per la visione gratuita un documentario da non perdere. “Chair Times” racconta l'evoluzione del design delle sedie, partendo dall'Ottocento e arrivando ai nostri giorni

I PIÙ LETTI