La lunga notte dell’arte. Al via la Collector’s night di Pietrasanta

La città toscana si prepara a un grande evento notturno, interamente dedicato all’arte e ai collezionisti. È la “Collector’s night”, prima edizione dell’appuntamento organizzato dall’Associazione Nazionale Arte Moderna e Contemporanea. Sabato 9 luglio, dalle 19 alle 24, una delle città più amate dal mondo dell’arte contemporanea aprirà le porte dei suoi spazi galleristici, in un opening davvero collettivo, con otto inaugurazioni simultanee.

Pietrasanta, Piazza del Duomo, photo Hpschaefer
Pietrasanta, Piazza del Duomo, photo Hpschaefer

LA NOTTE È DEI COLLEZIONISTI
Vi ricordate la settimana dell’arte di Berlino o lo “Start” milanese di antica memoria? Bene. Questa volta l’opening collettivo delle gallerie inaugura sabato 9 luglio, ma a Pietrasanta, in provincia di Lucca, sintomo che l’estate è veramente cominciata. Complice l’ANGAMC, l’Associazione Nazionale delle Gallerie di Arte Moderna e Contemporanea, che ha promosso e sposato il progetto, sabato sera inaugura infatti la Collector’s night, la notte dei collezionisti, a indicare che i protagonisti sono proprio loro, coloro che l’arte la sostengono acquistandola.
Per “Pietra”, come la chiamano affettuosamente taluni, è un inedito. Non c’è infatti mai stato un opening collettivo di gallerie d’arte moderna e contemporanea in questa città, che ha però sempre avuto un legame esclusivo e a doppio filo con il mondo dell’arte. Sulle spiagge nel corso degli anni si sono sempre visti critici, curatori, artisti e collezionisti, oggi primi attori della notte a loro dedicata che si svolgerà dalle 19 alle 24. Il progetto si inserisce in maniera disinvolta all’interno della mission dell’ANGAMC che, in questo momento di grande crisi del mercato dell’arte e del mondo delle gallerie, deve ritornare a studiare nuovi modi e strategie per fare rete e mettere a sistema energie e opportunità. E soprattutto, coccolare i collezionisti, grazie anche all’atmosfera vacanziera.

Landon Metz, Untitled
Landon Metz, Untitled

LE SEDI ESPOSITIVE
Sono otto le sedi coinvolte, molti di più i medium. Si spazia, infatti, dalla fotografia alla pittura alla scultura, dalla Sicilia alla Via Emilia, dal minimal americano all’arte italiana degli Anni Settanta, senza dimenticare le ultime generazioni.
Amanda Gori Arte, ad esempio, inaugura la mostra Pittura Analitica a cura di Leonardo Marchi, invitando Enzo Cacciola, Paolo Cotani, Giorgio Griffa, Riccardo Guarneri, Elio Marchegiani, Claudio Olivieri, Pino Pinelli, Gianfranco Zappettini, in un percorso che dagli Anni Settanta raggiunge i giorni nostri. Marcorossi Artecontemporanea presenta la personale di Paolo Ventura La via Emilia + 1.  Le fotografie di Ventura offrono una nuova vita ai luoghi malinconici e misteriosi della Via Emilia cui è dedicata la mostra. Il progetto, composto da undici grandi opere uniche, tra mosaici fotografici e interventi pittorici e collage, è stato realizzato per la rassegna Fotografia Europea 2016 di Reggio Emilia. Il “+ 1” si riferisce all’installazione che completa il progetto.  Barbara Paci Art Gallery si presenta invece con una personale del fotografo friulano Roberto Kusterle, Morus nigra. L’artista, attivo dagli Anni Settanta nel campo delle arti visive, fra pittura e installazioni, incontra successivamente la fotografia, che diventa strumento d’elezione della propria ricerca espressiva.
Largo ai giovani da Eduardo Secci Contemporary, che fa da sfondo alla personale del minimalista americano Landon Metz. Il giovane artista, già in scena a Milano e Brescia da Minini padre e figlia, torna in Toscana con le sue installazioni che si rifanno a Morris Louis e Helen Frankenthaler, Daniel Buren e Michael Asher.
Poggiali e Forconi portano a Pietra il solo show dell’artista palermitano Manfredi Beninati, intitiolato Untitled. Paola Raffo Arte Contemporanea, invece, lancia la collettiva Per arte e per diletto con Sandro Cabrini, Jessica Carroll, Luigi Gioli, Gilbert Lebigre e Connie Roger, Donia Maaoui, Bruno Munari, Alessandra Politi Pagnoni, Thayath. Non manca Bonelli Artecontemporanea con le sue sedi tra Canneto sull’Oglio (Mantova) e Pietrasanta e che per l’occasione si presenta con la rassegna Fulvio di Piazza e la scuola di Palermo, con opere di Alessandro Bazan e Andrea Di Marco, mettendo in mostra artisti che la galleria segue da molto tempo. Infine, Susanna Orlando Galleria festeggia con la rassegna Quarantanniealtro, a cura di Lorenzo Bruni, il quarantennale della sua attività. Non all’interno della Collector’s night, ma sempre nella città versiliana, segnaliamo anche l’opening della galleria Vecchiato Arte di Padova, trasferitasi per la stagione in Toscana dove ha aperto una nuova sede estiva. Alcuni degli artisti in mostra? Lo street artist Tony Gallo, Severino del Bono, Michael Talbot, Dominique Rayou, Angelo Bordiga, Giuseppe Ciracì, Beatrice Gallori e Gabriel Ortega.

Beatrice Gallori, Genetic, 2016
Beatrice Gallori, Genetic, 2016

L’ESTATE CONTINUA CON LA VERSILIANA
Ma non è finita qui. L’estate della città toscana proseguirà con un altro evento da segnare in calendario. Dall’11 luglio al 24 agosto, il Teatro della Versiliana e il Pontile di Marina di Pietrasanta faranno da sfondo alla 37esima edizione del Festival La Versiliana, insieme ai grandi nomi della musica, della danza e del teatro. Qualche anticipazione? Cinquanta spettacoli serali e oltre quaranta titoli, in compagnia di personalità del calibro di Roberto Bolle e Giovanni Allevi, ma anche il ritorno delle letture classiche al Pontile, con l’Eneide di Virgilio interpretata, fra gli altri, da Massimo Wertmuller, Amanda Sandrelli e Tullio Solenghi.
Spazio, infine, a una novità, l’iniziativa Tramonti Shakespeariani, dedicati al Bardo a quattrocento anni dalla sua scomparsa.

Santa Nastro

https://www.facebook.com/events/1042825625805517/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.

1 COMMENT

LEAVE A REPLY