I 5 eventi di street e urban art dell’estate 2017 in Italia

Murales, interventi site specific di rigenerazione urbana e mostre di urban art come quella in corso al Macro di Roma con un’opera di oltre 6 metri di Shepard Fairey. Ecco una selezione.

Obey Shepard, Fairey Obey Middle East Mural
Obey Shepard, Fairey Obey Middle East Mural

L’estate 2017 offre tanti appuntamenti legati al muralismo e all’arte pubblica in giro per l’Italia. Dall’intervento di arte urbana del collettivo romano Sbagliato che andrà ad arricchire il parterre di murales di Castrofilippo, paese dell’agrigentino trasformato in un museo a cielo aperto in occasione del cofù festival, al nuovo format Acquai Estate, ideato da Viavai Project, l’evento di arte pubblica organizzato dall’associazione culturale WOW in Salento, che lega insieme arte, musica e cucina.

– Claudia Giraud

1. cufù festival a Castrofilippo

Alberonero new mural, Castrofilippo cufu’festival 2016 courtesy the artist

Inserito ne Il Paese dei Festival – I Festival  come motori culturali, iniziativa dedicata ai festival italiani promossa dal Goethe-Institut, torna dall’1 al 7 agosto per la sua quarta edizione il cufù festival, progetto di rigenerazione urbana e culturale dell’omonima associazione che, a Castrofilippo, intende attivare un processo di rivitalizzazione e integrazione degli spazi urbani, trasformando aree marginali della città agrigentina in luoghi di valori condivisi. Qui, nell’area delimitata dal complesso delle case popolari di via Bonsignore, l’evento di punta sarà l’intervento di arte urbana Macrosomia del collettivo romano Sbagliato, che andrà ad arricchire il parterre di murales che negli anni passati hanno trasformato Castrofilippo in un museo a cielo aperto.

https://www.facebook.com/cufu.castrofilippo/

2. Le Farmacie Meltias a Conselve

Poste di mira Alex Axe Ermini 2017

La Farmacia Meltias di Conselve, in provincia di Padova, da diversi anni luogo di esposizioni ed eventi culturali, si apre alla street art con una mostra ed un intervento site-specific di Alex Axe Ermini, artista poliedrico che ha contribuito alla riqualificazione ambientale di alcune zone di Padova ed altre città tramite il muralismo. “La scelta di aprire gli spazi della farmacia all’arte e di contribuire alla realizzazione di un’opera murale sulla pubblica via”, spiegano i dottori Lucio Merlo e Roberto Sannito, fondatori di Meltias Group, “nasce da un interesse personale per la ricerca artistica contemporanea e dal desiderio di promuovere l’arte sul territorio, ma anche da un approccio olistico connaturato al nostro lavoro, teso al benessere fisico ed emotivo della persona”. Il progetto, curato da Sonia Strukul, si articola in due parti: venerdì 25 agosto, alle ore 19.00, presso l’Ex sede Meltias (via Matteotti, 8), verrà presentata alla cittadinanza l’opera d’arte urbana realizzata per l’occasione da Alex Axe Ermini; dal 25 agosto al 7 ottobre sarà visitabile la mostra Mysticanza, allestita negli spazi della Farmacia Meltias (via Vittorio Emanuele II, 21) con il patrocinio della Città di Conselve e della Provincia di Padova.

www.farmaciemeltias.it

3. Acquai Estate in Salento

Murale di FHV per Viavai Project, photo Sara Gorgoglione

Acquai Estate è il nuovo format in corso a Racale (LE) fino al 12 agosto, ideato da Viavai Project, l’evento di arte pubblica organizzato a partire dal 2014 dall’associazione culturale WOW per creare in Salento una galleria itinerante a cielo aperto, che lega insieme arte, musica e cucina. Due eventi in programma nel mese di agosto all’interno dell’Ex mercato coperto di Racale andranno a trasformare e ripensare temporaneamente lo spazio, all’interno del quale si svolgeranno due speciali performance culinarie, accompagnate da una mostra in cui verranno esposte opere, serigrafie e installazioni degli artisti che in questi anni hanno preso parte alle attività promosse da Viavai Project. Ad arricchire il programma artistico di quest’anno ci penseranno alcuni tra i più famosi artisti della scena internazionale italiana ed estera – da Pixel Pancho a Domenico Romeo -, che da agosto a settembre realizzeranno nuove opere murarie a Racale e nei paesi limitrofi.

4. Memorie Urbane a Gaeta

Alias, Gaeta, Memorie Urbane 2015 ©Flavia Fiengo

Memorie Urbane, il festival di muralismo più grande d’Italia che ospita dal 2011 più di 120 artisti provenienti da tutto il mondo e vede la partecipazione di un territorio ampio con 13 città di diverse province e regioni e 190 interventi, ritorna con From Wall To The Gallery, mostra collettiva visitabile fino al 9 settembre che raccoglie opere degli street artist che hanno partecipato e dipinto muri durante queste sei edizioni. Dall’anno scorso, infatti, questa rassegna di arte urbana nata da un’idea di Davide Rossillo, presidente di Turismo Creativo, ha un’area espositiva permanente a Gaeta che si chiama Street Art Place – Urban Gallery.

http://www.memorieurbane.it

5. Cross The Streets al MACRO di Roma

Obey Shepard, Fairey Obey Middle East Mural

Cross The Streets, l’esposizione che racconta 40 anni di street art e writing inaugurata lo scorso 6 maggio al MACRO – Museo d’Arte Contemporanea Roma nella sede di via Nizza e visitabile fino all’1 ottobre, si è arricchita recentemente di una nuova sezione. Un’altra opera di Shepard Fairey si è, infatti, affiancata a Middle East Mural, la tela di oltre 10 metri che in queste settimane è stata ammirata da migliaia di visitatori. Si tratta di Mural, un pezzo unico di oltre 6 metri, costituita da 15 pannelli e realizzata dal grande artista americano nel 2006. Di provenienza dalla collezione privata della casa editrice Drago, che presenta anche le serigrafie in edizione limitata dell’opera site specific Un mucchio di fagiani di Lucamaleonte, l’opera viene esposta a Roma per la prima volta, dopo essere stata protagonista a Lille, in Francia, all’esposizione Street Generation(s).

www.museomacro.org

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).