Paesaggio e astrazione nella pittura di Veronica De Giovanelli in mostra a Trento

“Andvake”, l’ultima personale di Veronica De Giovanelli da Boccanera Gallery a Trento, conduce l’osservatore nella veglia dell’estate norvegese. Con una pittura brillante e coinvolgente

Le quattordici opere in mostra da Boccanera Gallery a Trento, realizzate durante la residenza di Veronica De Giovanelli (Trento, 1989) a Dale, in Norvegia, nell’agosto 2021, portano nell’industriale spazio project della galleria visioni paesaggistiche cristalline che giocano tra referenza e astrazione.

Veronica De Giovanelli. Andvake. Exhibition view at Boccanera Gallery, Trento 2022
Veronica De Giovanelli. Andvake. Exhibition view at Boccanera Gallery, Trento 2022

LA PITTURA DI VERONICA DE GIOVANELLI A TRENTO

Le lunghe giornate dell’estate scandinava si riverberano in vedute ribassate in cui il poetico incontro di mare, fiordi, corsi d’acqua e rocce trova corrispettivo in un sofisticato gioco di schermature, livelli e velature pittoriche. Il genere paesaggistico, ammodernato dalla maestria di De Giovanelli, diventa un passe-partout per unire in un’unica immagine visione interiore e ambiente esteriore, guidati da un punto empatico in cui questi due universi possono trovare un terreno comune. L’autrice racconta così questa esperienza: “Qui è come se tutti i sensi si fossero ampliati, amplificati, come se vedessi le cose attorno a me in maniera differente, come se fosse tutto più nitido o visto attraverso una lente di ingrandimento che ne esalta le caratteristiche”.

Gabriele Salvaterra

Eventi d'arte in corso a Trento

Evento correlato
Nome eventoVeronica de Giovanelli - Andvake
Vernissage03/12/2021 ore 12
Duratadal 03/12/2021 al 04/02/2022
AutoreVeronica de Giovanelli
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoBOCCANERA GALLERY + BOCCANERA PROJECT ROOM
Indirizzovia Alto Adige 176 38121 - Trento - Trentino-Alto Adige
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Gabriele Salvaterra
Gabriele Salvaterra (Trento, 1984) è scrittore e mediatore culturale. Si laurea in Gestione e Conservazione dei Beni Culturali presso l’Università di Trento con la tesi “Internet e nuove tecnologie nel settore museale. Ipotesi e strumenti per un approccio immateriale alla creazione del valore”. Lavora come collaboratore presso istituzioni museali e come redattore freelance per diverse riviste d’arte. Dopo aver collaborato con Exibart, attualmente scrive per Artribune e Espoarte. Ha curato e contribuito alla realizzazione di diverse mostre sia presso musei pubblici sia come curatore indipendente. Appassionato di storia dell’arte e della critica, equilibra le escursioni nel mondo artistico-culturale con una eterogenea militanza chitarristica nell’underground musicale tridentino.