La diaspora africana contemporanea in mostra a Torino

Zéh Palito è protagonista della mostra allestita da Luce Gallery a Torino. Un percorso fatto di radici, cultura, rappresentazioni di un’esistenza intensa e concreta, declinata nella materia effimera del lusso

La mostra ospite di Luce Gallery accorpa un nuovo nucleo di opere, dove a dominare la scena sono i soggetti dell’immaginario dell’artista afro-brasiliano Zéh Palito (Itaqui, 1991). Della sua cultura originaria si percepiscono risonanze cromatiche accese e corpose, proprie di un Paese come il Brasile. I colori brillanti riportano alla mente atmosfere distese e vivide, evidenti sia nella tradizione sia nel desiderio di riscatto di un tempo che impone nuovi modelli di riferimento.

L’ARTE DI ZÉH PALITO

Zéh Palito riporta sulle tele, di grande formato, l’esperienza della street art; riduce le dimensioni per adattarle agli spazi d’azione, mantenendo ferma l’idea del vissuto, attraverso dinamismi quasi ripetitivi, dove i soggetti convivono in uno spazio quasi nullo, su uno sfondo carico di colore.
È uno stile figurativo rapido nelle linee, dove le ampie zone bianche risaltano sul nero, ampliandolo e castigandolo allo stesso tempo. Palito mantiene alcuni dettagli in forma di bozza realizzata a matita, una sorta di timbro identificativo, che lascia un “finale aperto” in ogni singolo lavoro.

Zéh Palito, Paolo e Francesca, 2021, acrilico su tela, 160x120 cm. Photo PEPE Fotografia. Courtesy the artist & Luce Gallery, Torino
Zéh Palito, Paolo e Francesca, 2021, acrilico su tela, 160×120 cm. Photo PEPE Fotografia. Courtesy the artist & Luce Gallery, Torino

LE OPERE DI ZÉH PALITO

I protagonisti delle opere di Zéh Palito sono attivi, vivi, incontrano la cultura visiva popolare nel riconoscimento di marchi famosi legati al lusso e all’apparenza.
In Untouchable Negritude l’artista rende la Blackness intangibile. Tutto l’insieme mostra momenti di vita della diaspora africana contemporanea rappresentando figure audaci, sicure. Tra oro, frutti esotici, gioielli e conchiglie, i soggetti si mostrano presenti e protagonisti della propria storia, mondi autonomi e concreti. Ciascun personaggio assume una posa forte, potente, carica di una positività che omaggia un ricco patrimonio culturale. Palito è un  osservatore culturale: nelle sue tele scorrono brani di esperienza in sequenze pittorico-narrative d’impronta riflessiva. Come ha scritto il suo collega Derrick Adams, le sue opere sono una “Diaspora Tropicale in cui vengono mostrate narrazioni fantasiosamente costruite che riflettono un evocativo mondo di meraviglia e simbolismo”.

Grazia Nuzzi

Eventi d'arte in corso a Torino

Evento correlato
Nome eventoZéh Palito - Untouchable Negritude
Vernissage07/10/2021 ore 18
Duratadal 07/10/2021 al 16/11/2021
AutoreZéh Palito
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoLUCE GALLERY
IndirizzoLargo Montebello 40 - Torino - Piemonte
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Grazia Nuzzi
Nasce a Formia (LT) il 17 novembre 1977, si laurea alla facoltà di Lettere e Filosofia in Conservazione dei Beni Culturali, con indirizzo storico artistico presso la II Università degli Studi di Napoli, nel 2005. Nel 2006 è socio fondatore della cooperativa di servizi culturali “Lilladis” a.r.l, dove ha inizio il suo percorso lavorativo come storico, curatore e critico d’arte. Dal 2008 al 2010 è educatore museale presso il Museo Civico Archeologico “Biagio Greco” di Mondragone (CE). È docente di Letteratura italiana e Storia, critico d’arte e autore (dal 2006 ad oggi), si muove verso il pensiero contemporaneo, nella ricerca e individuazione dei nuovi linguaggi dell’arte, sempre con occhio attento a tutto il panorama artistico storico. Dal 2014 è presidente dell’associazione culturale LIBERALART, con la quale è impegnata nella diffusione di messaggi sociali attraverso progetti didattico-artistici rivolti alle scuole di ogni ordine e grado e ai giovani artisti che intendono portare agli occhi del panorama creativo il loro “disegno” espressivo e comunicativo. Accresce la sua formazione come docente attraverso percorsi di studi specialistici. Attualmente vive a Torino.