Larry Gagosian lancia Premieres. Serie in live streaming con artisti, scrittori e musicisti

Il galleristar che conta sedi espositive in tutto il mondo ha lanciato una serie di programmi in live streaming che “supporta” gli eventi in presenza nelle gallerie. Coinvolgendo personaggi del mondo della cultura e dello spettacolo

Larry Gagosian
Larry Gagosian

“Con l’arte e gli artisti, gli scrittori e i musicisti, le idee e le conversazioni, questa nuova serie di live streaming offre al pubblico un pass per celebrare nuove mostre, anche se fisicamente distanti”. Con questa presentazione la Galleria Gagosian lancia il suo nuovo progetto digitale, Gagosian Premieres, una serie di programmi di live streaming che accompagna le mostre realizzate nelle numerose sedi del galleristar Larry Gagosian. Un modo, questo, per compensare gli ingressi contingentati che nelle gallerie d’arte portano a una drastica diminuzione del numero di visitatori soprattutto durante le inaugurazioni, permettendo anche alle persone fisicamente lontane di partecipare e di fruire di contenuti speciali.

GAGOSIAN. STORIA DI UN IMPERO IN ESPANSIONE

Larry Gagosian ha aperto la sua prima galleria a Los Angeles nel 1980, specializzandosi in arte moderna e contemporanea. Cinque anni dopo apre uno spazio a New York, precisamente a Chelsea, dove inaugura con una mostra di opere della collezione Pop art di Emily e Burton Tremaine. Dal 1989 al 1996 ha posseduto una galleria in 65 Thompson Street a SoHo assieme al mitico gallerista Leo Castelli, presentando molti artisti tra cui Ellsworth Kelly, Roy Lichtenstein, Bruce Nauman. In trent’anni Gagosian ha aperto 16 spazi espositivi tra New York, Los Angeles, San Francisco, Londra, Parigi, Ginevra, Roma, Atene e Hong Kong, progettati dagli architetti Caruso St John, Richard Gluckman, Richard Meier, Jean Nouvel, Selldorf Architects e wHY Architecture. A queste 16 gallerie, si aggiungono quella di Basilea, “testata” durante l’edizione 2019 di Art Basel, e quella annunciata lo scorso agosto ad Atene, la cui apertura è prevista nel 2021, confermando così il forte temperamento di Gagosian che, anche in un momento di crisi come quello attuale, non smette di cimentarsi in nuove sfide.

GAGOSIAN PREMIERES. L’ARTE IN LIVE STREAMING

Le crisi però vanno anche assecondate, o comunque si affrontano attraverso approcci e metodi trasversali: da queste premesse nasce Gagosian Premieres, “anteprime” che permettono al pubblico della rete di accedere a tour virtuali delle gallerie, a talk e performance musicali che vedono protagonisti gli artisti di Gagosian con figure del mondo della cultura e dello spettacolo, come lo scrittore e giornalista Malcolm Gladwell, l’ex frontman dei Sonic Youth Thurston Moore e Jeff Tweedy dei Wilco. Online si viene a creare quindi l’atmosfera da “evento esclusivo” tipica dei vernissage di Gagosian, accessibile però a un pubblico più ampio. A questo link è possibile accedere ai contenuti già pubblicati, con i primi episodi delle Gagosian Premieres.

– Desirée Maida

www.gagosian.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.