Larry Gagosian apre nuova galleria a Basilea. L’annuncio proprio durante Art Basel

Il galleristar statunitense, con all’attivo 16 gallerie in tutto il mondo, durante la propria mostra “pop-up” inaugurata durante Art Basel Week annuncia l’apertura del suo 17esimo spazio espositivo proprio a Basilea

Helen Frankenthaler. Sea Change. Installation view at Gagosian, Roma 2019. Artwork © 2019 Helen Frankenthaler Foundation, Inc.-Artists Rights Society (ARS), New York. Photo Matteo D'Eletto, M3 Studio. Courtesy Gagosian
Helen Frankenthaler. Sea Change. Installation view at Gagosian, Roma 2019. Artwork © 2019 Helen Frankenthaler Foundation, Inc.-Artists Rights Society (ARS), New York. Photo Matteo D'Eletto, M3 Studio. Courtesy Gagosian

Nel clou dell’art week di Basilea capitanata dalla kermesse Art Basel, le chiacchiere da fiera di addetti ai lavori e non in queste ore sono rivolte in gran parte a lui. A far parlare di sé (ancora una volta) è Larry Gagosian, galleristar californiano che in questi giorni, oltre ad avere uno stand nella Main Section di Art Basel, ha inaugurato a Rheinsprung 1 a Basilea Continuing Abstraction, mostra “pop-up” dedicata ai principali protagonisti dell’Astrattismo (Alexander Calder, Willem de Kooning, Donald Judd, Ellsworth Kelly, Yves Klein, Roy Lichtenstein, Jackson Pollock, Mark Rothko, Richard Serra, Cy Twombly solo per citarne alcuni) che si tiene durante i giorni della fiera. Data la natura temporanea della mostra, tutto lasciava supporre che anche il luogo che la ospita fosse semplicemente un pop-up, ma le cose si sono rivelate essere piuttosto dissimili dalle aspettative: durante l’inaugurazione avvenuta il 10 giugno, Gagosian in persona ha annunciato che lo spazio a Rheinsprung 1 sarà la sede della sua nuova galleria. Così facendo Larry Gagosian, detto  non a caso lo squalo, arriva a possedere 17 gallerie in tutto il mondo e questa, dopo Ginevra, è la seconda in Svizzera.

GAGOSIAN. STORIA DI UN IMPERO IN ESPANSIONE

Larry Gagosian ha aperto la sua prima galleria a Los Angeles nel 1980 (oggi il gallerista è prossimo ai 75 anni), specializzandosi in arte moderna e contemporanea. Cinque anni dopo apre uno spazio a New York, precisamente a Chelsea, dove inaugura con una mostra di opere della collezione Pop art di Emily e Burton Tremaine. Dal 1989 al 1996 ha posseduto una galleria in 65 Thompson Street a SoHo assieme al mitico gallerista Leo Castelli, presentando molti artisti tra cui Ellsworth Kelly, Roy Lichtenstein, Bruce Nauman. In trent’anni Gagosian ha aperto 16 spazi espositivi tra New York, Los Angeles, San Francisco, Londra, Parigi, Ginevra, Roma, Atene e Hong Kong, progettati dagli architetti Caruso St John, Richard Gluckman, Richard Meier, Jean Nouvel, Selldorf Architects e wHY Architecture. A queste 16 gallerie, adesso si aggiunge la new entry di Basilea, “testata” durante l’edizione 2019 di Art Basel anche per via della sua posizione strategica: la galleria si trova infatti a pochi passi dall’Hotel Les Trois Rois dove, durante la fiera, solitamente soggiornano i collezionisti più facoltosi.

Larry Gagosian
Larry Gagosian

LA NUOVA GALLERIA GAGOSIAN A BASILEA

In questa nuova avventura, Gagosian ha dichiarato di essere ispirato dalla figura di Ernst Beyeler, mercante d’arte e collezionista svizzero tra i più noti e influenti al mondo. “Ernst Beyeler era un caro amico, la sua eredità continua ad animare Basilea, e Sam Keller (direttore della Fondation Beyeler, ndr) ha continuato da dove Ernst ha lasciato. Perché non dovrei desiderare di farne anch’io parte?”, ha dichiarato Gagosian a The Art Newspaper, affermando inoltre di voler prendere spunto, nella sua attività in Svizzera, dai “musei di livello mondiale” presenti a Basilea. Cosa avrà in mente? Intanto possiamo registrare che Gagosian ha preso ad aprire gallerie laddove organizza eventi pop up: prossima città indiziata? Senza dubbio Miami dove Larry da alcuni anni allestisce una grande mostra proprio durante la locale edizione di Art Basel (Art Basel Miami Beach). Staremo a vedere cosa avrà in mente lo squalo…

– Desirée Maida

Basilea // fino al 16 giugno 2019
Continuing Abstraction
Gagosian Basel
Rheinsprung 1
www.gagosian.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.