Come si trasforma la materia? Due artisti lo mostrano a Milano

Otto Zoo, Milano – fino al 28 febbraio 2020. La galleria milanese presenta la prima mostra corale di Stefano Comensoli e Nicolò Colciago. La materia si trasforma creando mappature emozionali dove l’oggetto lavorato cambia i termini della narrazione, virando verso nuove possibili storie.

Stefano Comensoli (Milano, 1990) e Nicolò Colciago (Garbagnate Milanese, 1988) lavorano con materiali di scarto, recuperati da cantieri o zone periferiche. Gli oggetti vengono decontestualizzati e ricodificati secondo un approccio sensibile. La visione cambia punto di vista, viaggiando nell’eterogeneità delle forme nello spazio. Quadri composti da schermi di pc danneggiati creano un gioco di piani accompagnati da morbide sfumature; i pavimenti diventano dei paesaggi nei quali perdersi tra profondi solchi e nette note di colore. Cavi e tubi si muovono a tutto tondo nell’ampia galleria creando volumi tra pieni e vuoti. Vetri incastonati in griglie, trasparenze e colorazioni vivaci, sculture e quadri sono elementi che costituiscono un vocabolario capace di ripensare il linguaggio, quello giovane e creativo, disponibile e aperto, in cerca di un ascolto attento capace di arrivare in profondità.

Valentina Muzi

Evento correlato
Nome eventoStefano Comensoli & Nicolò Colciago - Lì dove nascono le forme del vento
Vernissage15/01/2020 ore 18,30
Duratadal 15/01/2020 al 28/02/2020
AutoriNicolò Colciago , Stefano Comensoli
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoOTTO ZOO
IndirizzoVia Vigevano 8 - Milano - Lombardia
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Muzi
Valentina Muzi (Roma, 1991) è diplomata in lingue presso il liceo G.V. Catullo, matura esperienze all’estero e si specializza in lingua francese e spagnola con corsi di approfondimento DELF e DELE. La passione per l’arte l’ha portata a iscriversi alla Facoltà di Studi Storico-Artistici dell’Università di Roma La Sapienza, laureandosi in Storia dell’Arte Contemporanea e svolgendo il tirocinio formativo presso il MLAC- Museo e Laboratorio di Arte Contemporanea dell’Ateneo, parallelamente ha frequentato un Executive Master in Management dei Beni Culturali presso la Business School del Sole24Ore di Roma. Dal 2016 svolge attività di PR, traduzione di cataloghi, stesura di testi critici e curatela indipendente. Dal 2017 svolge l’attività di giornalista di taglio critico e finanziario per riviste di settore. Attualmente è membro del Board Strategico presso l’Associazione culturale Arteprima noprofit, nella stessa ha svolto il ruolo di Social Media Manager ed è Responsabile organizzativa della piattaforma Arteprima Academy.