Matrilineare. Allegra Corbo a Jesi

USB Gallery, Jesi – fino al 19 novembre 2017. Nel percorso di Allegra Corbo ci sono l’archetipo, la natura, il ciclo lunare, le divinità femminili di ogni cultura precristiana, il senso di appartenenza a un sottobosco universale abitato dagli spiriti di cui solo i sensi femminili si accorgono. Giù, nel ventre della città, soli e al buio, in una stupefacente discesa.

Allegra Corbo. Troglodyte in the Totem. Installation view at USB Gallery, Jesi 2017
Allegra Corbo. Troglodyte in the Totem. Installation view at USB Gallery, Jesi 2017

Si scende nel buio, la vista sostenuta da un unico punto luce, un led portatile da recare con sé, mentre Allegra Corbo (1968), artista, performer, street artist, teatrante ed educatrice, invita ad abbandonare effetti personali, telefoni, amici. Come Orfeo, la discesa verso il ventre della terra si fa da soli. Sopra abitano veloci ritratti di sorellanza, mentre le nicchie laterali della ripida scala in discesa ospitano piccoli assemblaggi di cumuli di terra e ossi di seppia: ognuno è una figurina femminile, bimba o donna, pupa o crisalide, culla o sepoltura. Il totem, tribale e underground, è il punto di giuntura tra le sale, ma la sorpresa finale, alla fine della discesa, è l’uso da cappella sacrale della piccola stanza a pianta cruciforme, in cui ogni braccio presenta un elemento di quella che può essere letta come una trinità femminile composta da figlio, madre e grande madre.
Non può prescindere dallo spazio, questo nuovo percorso della Corbo: nella sua struttura e nella sua storia (era un’antica filanda di seta, attività proto-industriale divenuta simbolo dell’occupazione e della lotta femminile nella zona, come le più note mondine del Nord) USB Gallery, cantina e passaggio sotterraneo, non è contenitore ma ambiente.

Valeria Carnevali

Evento correlato
Nome eventoAllegra Corbo - Troglodyte in the Totem
Vernissage21/10/2017 ore 18
Duratadal 21/10/2017 al 19/11/2017
AutoreAllegra Corbo
CuratoreAnnalisa Filonzi
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoUSB GALLERY
Indirizzovia Mura Occidentali, 27 - Jesi - Marche
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valeria Carnevali
Sempre attratta dalle forme della cultura contemporanea come espressione delle dinamiche umane, in una prima vita ho vissuto e lavorato a Milano per inseguire da vicino l’evolversi del presente, collaborando con gallerie, spazi espositivi ed editori specializzati in arte e attualità. Dal 2007 ho stabilito una nuova dimensione nella natura montana del centro Italia, occupandomi di didattica, educazione e formazione delle generazioni più giovani e viaggiando il più possibile. Conduco una vita raminga tra l’Appennino umbro-marchigiano e l’Oceano Atlantico, trovata nella città di Lisbona una seconda casa dal 2017. Sono convinta che l’educazione estetica, all’arte e attraverso l’arte, sia una chiave fondamentale di sviluppo del pensiero critico e della coesistenza democratica. Scrivo per Artribune dal 2012.