Arte e immagini-simbolo. Paulo Nimer Pjota a Roma

Galleria T293, Roma ‒ fino al 27 ottobre 2017. L’artista brasiliano Paulo Nimer Pjota presenta, nella sua prima personale romana, una miscellanea di elementi iconografici di diversi periodi storico-artistici o propri della tradizione urbana e popolare. Il tutto accostato con estrema disinvoltura e senza criticismi.

L’artista brasiliano Paulo Nimer Pjota (São José do Rio Preto, 1988) ci fa viaggiare con leggerezza tra riproduzioni di teste scolpite, cocci che rimandano alle ceramiche antiche, nature morte, fino ad approdare ai personaggi dei cartoni giapponesi e ai tatuaggi tribali.
La mostra si compone di installazioni realizzate con materiali per lo più di recupero che l’artista prende dalle discariche e utilizza come supporto. Lavora su pannelli metallici o su tele che già hanno una loro storia, dipingendoci sopra elementi singoli, fuori contesto, galleggianti, trattati come fossero adesivi applicati casualmente su una qualche superficie piana.
La casualità si ritrova anche nell’accostamento delle immagini, slegate tra loro e senza un rapporto temporale. Oltre ai pannelli e alle tele, spiccano, poggiati a terra, oggetti in resina o in terracotta che fanno anch’essi parte delle installazioni. Nell’era del bombardamento di immagini e informazioni a cui noi tutti siamo sottoposti, questa mostra non fa eccezione, ma in tale contesto il visitatore è chiamato dall’artista a discernere tra i molteplici elementi presenti e a cercare ‒ e trovare ‒ la propria chiave di lettura.

Barbara Di Tanna

Evento correlato
Nome eventoPaulo Nimer Pjota - The history in repeat mode-drama
Vernissage16/09/2017 ore 18
Duratadal 16/09/2017 al 27/10/2017
AutorePaulo Nimer Pjota
Generiarte contemporanea, personale
Spazio espositivoT293
Indirizzovia Ripense 6 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Barbara Di Tanna
Sono un architetto, mi occupo di progettazione architettonica e interior design. In passato ho lavorato nell'ambito del restauro architettonico ed archeologico. Ho sempre dipinto, disegnato, creato. Adoro lavorare con le mani e mi interessa l'arte in tutte le sue forme. Quasi per caso mi sono avvicinata al mondo del contemporaneo, territorio che sto esplorando con vivo interesse e curiosità, ricercando punti di incontro tra la mia professione e questa nuova passione.