Palazzo Diamanti riapre al pubblico: il Museo della Follia e le altre mostre a Ferrara nel 2022

Arte e turbamento, genio e sregolatezza: la riapertura del palazzo ferrarese offrirà un focus sugli artisti più inquieti degli ultimi cinque secoli. Ma Ferrara sarà anche la cornice di mostre dedicate a Adelchi Mantovani, Michelangelo Antonioni, Augusto Daolio, le artiste della Biennale Donna e tanto altro

Museo della follia a Palazzo Diamanti
Museo della follia a Palazzo Diamanti

Dopo un periodo di lavori di restauro e ristrutturazione, riaprirà al pubblico il 17 settembre 2022 Palazzo dei Diamanti, monumento simbolo del Rinascimento italiano e gioiello della città di Ferrara. La mostra in programma si intitolerà Il Museo della Follia, ed esplorerà il complesso rapporto tra arte, genio e follia muovendosi su un doppio binario: da una parte esamina la produzione figurativa dal Cinquecento ai giorni nostri, dall’altra conduce lo spettatore in un viaggio sensoriale e immersivo attraverso le installazioni dello scenografo e artista Cesare Inzerillo. Il tema dell’inquietudine umana ed esistenziale, della follia e del suo risvolto nell’opera d’arte, viene approfondito in una serie di opere di diversi formati, stili ed epoche, provenienti da musei, istituzioni, raccolte private e ordinate in sezioni tematiche, come Nati sotto Saturno, che racconta le vicende di maestri tormentati, da Carlo Dolci a Franz X. Messerschmidt, oppure L’artista irregolare, con lavori di PontormoCecco Bravo, e Alessandro Magnasco e ancora Melanconia, evocata dalle opere di DürerDomenico Fetti ed Emilio Longoni.

Il sogno di Ferrara, Adelchi Riccardo Mantovani al Castello Estense
Il sogno di Ferrara, Adelchi Riccardo Mantovani al Castello Estense

ADELCHI MANTOVANI E LA BIENNALE DONNA A FERRARA NEL 2022

Il 2022 è segnato da una ricca offerta culturale che accomuna anche le altre istituzioni della città ferrarese: oltre alle mostre attualmente in corso (Sergio Zanni al Padiglione d’Arte Contemporanea, De Pisis e Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori al Castello Estense e Arianna Di Romano alla Palazzina Marfisa d’Este), il Castello Estense presenta dal 5 marzo 2022 Il sogno di Ferrara, un percorso sulla carriera di Adelchi Mantovani (Ro, 1942), artista autodidatta che attinge dalla metafisica di De Chirico, dal surrealismo di Delvaux, dal realismo magico e dalla tradizione del Rinascimento italiano. A fine mese sarà il turno della XIX Biennale Donna, che aprirà il 27 marzo al Padiglione d’Arte Contemporanea con il tema Out of Time. Ripartire dalla natura e i lavori di cinque artiste internazionali.

LE ALTRE MOSTRE IN PROGRAMMA A FERRARA NEL 2022

Nello stesso spazio, dal 10 giugno si terrà Omaggio ad Antonioni 1912-2022, la mostra dedicata al regista ferrarese premio Oscar a 110 anni dalla sua nascita, dando al pubblico un’anticipazione di quello che diventerà, in via permanente, il Museo Antonioni. Alla Palazzina Marfisa d’Este, invece, saranno presentati dal 18 giugno i lavori di Augusto Daolio: fondatore e voce dei Nomadi, fu anche un eccellente pittore e disegnatore che diede vita a un mondo onirico e magico, fortemente evocativo e simbolico retto sull’unione tra uomo e natura. “La musica la coltivo come mezzo sociale per comunicare con gli altri: ansie, rabbia, amore, idee e progetti”, diceva. “La pittura per scavare dentro me, per interrogarmi, per lo stupore, la meraviglia e il segreto”. Già annunciata anche qualche anticipazione per il 2023: dopo il Museo della Follia, infatti, Palazzo dei Diamanti ospiterà da febbraio le opere di Ercole de’ Roberti e Lorenzo Costa, maestri simbolo del Rinascimento ferrarese che operarono durante la fase di transizione della città da Borso ad Alfonso II d’Este, dalla dinastia estense fino al diretto controllo dello Stato Pontificio.

-Giulia Ronchi

Sergio Zanni. Volumi narranti
Padiglione d’Arte Contemporanea
Fino al 6 marzo 2022

De Pisis. Il silenzio delle cose
Castello Estense, Sala dei Comuni
Fino al 2 giugno 2022

Le donne, i cavallier, l’arme, gli amori. Umanità di Sara Bolzani e Nicola Zamboni
Cortile del Castello Estense
Fino al 5 giugno 2022

Arianna Di Romano. Oltre lo sguardo
Palazzina Marfisa d’Este
fino al 12 giugno 2022

Il sogno di Ferrara
Adelchi Riccardo Mantovani
Castello Estense
5 marzo – 9 ottobre 2022

XIX Biennale Donna
Out of Time. Ripartire dalla natura
Padiglione d’Arte Contemporanea
27 marzo – 29 maggio 2022

Fakes. Da Alceo Dossena ai falsi Modigliani
Palazzo Bonacossi
7 aprile – 31 luglio 2022

Omaggio ad Antonioni 1912-2022
Suggestioni ferraresi
Padiglione d’Arte Contemporanea
10 giugno – 10 luglio 2022

Augusto Daolio
Palazzina Marfisa d’Este
18 giugno – 11 settembre 2022

Museo della Follia
Palazzo dei Diamanti
17 settembre 2022 – 16 gennaio 2023

Ercole de’ Roberti e Lorenzo Costa
Palazzo dei Diamanti
25 febbraio – 26 giugno 2023

https://www.comune.fe.it/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.