A Pompei la Villa dei Misteri e il Lupanare stanno per riaprire al pubblico

Tra gli edifici più richiesti dai visitatori, saranno reinseriti nel percorso dal 19 luglio dopo un periodo di manutenzione. Dal 26 luglio aprono anche la casa dell’Efebo e la casa di Sirico, mentre ad agosto toccherà al Thermopolium nella Regio V.

Affresco Villa Misteri, Pompei
Affresco Villa Misteri, Pompei

Pompei, da febbraio scorso sotto la guida di Gabriel Zuchtriegel, non smette di sorprendere e affascinare, arricchendo continuamente la sua offerta di nuove proposte: l’ultima riguarda la Villa dei Misteri e il Lupanare, entrambi edifici noti del parco archeologico partenopeo, tra i più richiesti dai visitatori. Dopo un periodo di chiusura dovuto a restauri e manutenzioni, questi siti riapriranno al pubblico a partire dal 19 luglio 2021. La villa, che prende il nome dal famoso salone degli affreschi raffiguranti riti misterici in onore di Dioniso del II secolo a.C., si viene valorizzata da una nuova pannellistica, in grado di fornire una rinnovata narrazione didattica rivolta al pubblico. Per accedervi, si potrà percorrere sia la via Consolare, sia la via dei Sepolcri che attraversa la Necropoli di Porta Ercolano. Il Lupanare, invece, è un edificio a due piani originariamente destinato all’esercizio della prostituzione – come si evince dalle scene erotiche che decorano i corridoi del piano terra che illustravano, come in un catalogo, le prestazioni – pratica diffusa anche in altri luoghi della città e dimostrato da osterie e ambienti analoghi presenti in diverse domus.  

Triclinio Villa dei Misteri a Pompei
Triclinio Villa dei Misteri a Pompei. @ Pier Paolo Metelli

POMPEI: LE ALTRE APERTURE DELL’ESTATE 2021

Nella volontà di costruire una programmazione dinamica e coinvolgente per il pubblico, nel corso dell’estate sono previste ulteriori aperture: queste riguardano la casa dell’Efebo e la casa di Sirico, nuove domus visitabili a partire dal 26 luglio. Per agosto, invece, è in programma l’apertura del Thermopolium nella Regio V, l’area dei nuovi scavi. Da non perdere anche i depositi/granai, normalmente chiusi al pubblico, che faranno apertura straordinaria ogni mercoledì dalle 10 alle 12 e dalle 14 alle 16, oppure durante gli appuntamenti serali di Pompei, consultabili su www.pompeiisites.org.  

– Giulia Ronchi

https://www.pompeionline.net/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Ronchi
Giulia Ronchi è nata a Pesaro nel 1991. È laureata in Scienze dei Beni Culturali all’Università Cattolica di Milano e in Visual Cultures e Pratiche curatoriali presso l’Accademia di Brera. È stata tra i fondatori del gruppo curatoriale OUT44, organizzando mostre e workshop con artisti emergenti del panorama milanese. Ha curato il progetto Dissuasori Mobili, presso il festival di video arte “XXXFuoriFestival” di Pesaro. Ha collaborato con le riviste Exibart e Artslife, recensendo mostre e intervistando personalità di spicco dell’arte. Ha collaborato con le testate femminili Elle, Elle Decor, Marie Claire e il maschile Esquire scrivendo di arte, cultura, lifestyle, femminismo e storie di donne.