Arte e musica. Intervista a Nicola Kuperus del duo ADULT.

0
283

Il nono appuntamento con la rubrica curata da Samantha Stella presenta il ritratto della musicista e artista visiva statunitense Nicola Kuperus, co-fondatrice del duo musicale ADULT.

Nicola Kuperus è una musicista e artista visiva statunitense co-fondatrice insieme al marito Adam Lee Miller del duo di avanguardia elettronica ADULT., formatosi nel 1998 a Detroit. Pioniere dell’electroclash, musica elettronica che affonda le sue radici nella new wave, nell’electro, nella dance e house Anni Ottanta, e nella scena estetico-artistica della seconda metà degli Anni Settanta, il duo mischia elementi punk/elettronici con drum machine e sintetizzatori analogici. Protagonisti di tour internazionali, gli ADULT. hanno pubblicato remix per altri esponenti della musica elettronica come gli americani Felix da Hausecat e Fischerspooner, e gli inglesi Ladytron, o band rinomate come il gruppo sperimentale statunitense Tuxedomoon e il musicista britannico John Foxx, leader storico degli Ultravox. Nicola ha cantato per altri gruppi importanti come gli inglesi Death in Vegas e Swayzak, e il duo femminile americano/australiano Chicks on Speed. Fondatore della propria etichetta Ersatz Audio, il duo ha pubblicato album con etichette del calibro di Thrill Jockey, Mute e Dais, e si è esibito con la Detroit Symphony Orchestra. Entrambi i componenti del duo hanno una laurea in campo artistico, con specializzazione in fotografia (Nicola) e pittura (Adam), e hanno presentato numerose mostre in gallerie d’arte e musei americani ed europei, sia singolarmente che insieme, realizzando che spaziano dalla performance alla pittura al disegno alla fotografia all’installazione video fino alle ricostruzioni di ambienti e soundtrack. Nicola inoltre firma l’artwork e l’estetica di tutti i progetti ADULT.

ADULT. Photo Nicola Kuperus
ADULT. Photo Nicola Kuperus

INTERVISTA A NICOLA KUPERUS

La tua definizione di arte.
Qualcosa che ti fa guardare la realtà sotto una luce diversa; che ti sfida… L’arte è una moltitudine di merda, probabilmente non dovrebbe avere una definizione.

La tua definizione di musica.
Una fonte necessaria di nutrimento e catarsi, sia che si tratti di angoscia o di tranquillità.

Ti definisci una “artista”?
Più che altro una “tuttofare e una maestra di nessuno”.

L’opera di arte visiva che più ami.
È sempre così difficile rispondere. Apprezzo davvero le opere di Mike Kelley, Paul McCarthy, Bruce Nauman, Tony Oursler. Le amo a causa dell’interesse generale per l’assurdo. Penso che Day is Done di Mike Kelley sia qualcosa su cui torno più e più volte. Non ne ho mai abbastanza.

La canzone che più ami.
Anche qui, non sono una fan di una cosa preferita. Forse è DTM di Alan Vega, o Blind di Swans, o Dead Friends (Around the Corner) degli Einstuerzende Neubauten e ancora Chavela Vargus La Llorona. Se fossi bloccata su un’isola deserta e potessi avere solo una band per il resto della mia vita, probabilmente The Cure.

PROGETTI E RICORDI DI KUPERUS

I tuoi recenti progetti.
Abbiamo appena finito il nostro nono album in studio! Ne sono molto orgogliosa e spero che questo disco non venga pubblicato in un ulteriore vuoto a causa del COVID-19 come è accaduto per il nostro ultimo disco, Perception is/as/of Deception. Entrambi pubblicati con l’etichetta discografica DAIS.

Un ricordo della tua vita.
Vorrei, ma non ricordo…

Samantha Stella

www.adultperiod.com

LE PUNTATE PRECEDENTI

Arte e musica. intervista ad Anton Newcombe ‒ The Brian Jonestown Massacre
Arte e musica. Intervista a Francesco Bianconi dei Baustelle
Arte e musica. Intervista a Jamie Stewart della band Xiu Xiu
Arte e musica. Intervista a Lydia Lunch
Arte e musica. Intervista a Robert Levon Been dei Black Rebel Motorcycle Club
Arte e musica. Intervista a Mick Harvey
Arte e musica. Intervista a Liz Lamere, moglie di Alan Vega
Arte e musica. Intervista al produttore Mark Reeder

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Samantha Stella
Samantha Stella, nata a Genova, vive a Milano. Artista visiva, performer, set & costume designer, regista, musicista, cantante. Sviluppa principalmente progetti focalizzati sul corpo e pratiche di discipline live utilizzando differenti linguaggi, installazioni con elementi strutturali e corporei, fotografia, video, musica, voce. Dal 2005 al 2015 è attiva con il duo di artisti visivi Corpicrudi da lei fondato con Sergio Frazzingaro, per poi avviare una carriera solista e la collaborazione con il songwriter Nero Kane. Il suo lavoro è stato presentato con debutti internazionali in gallerie di arte contemporanea, musei, teatri, chiese e castelli, inclusi Joyce Theater New York; Amaturo Theatre Brodward Center for the Performing Arts, Miami; Pavillon Noir, Aix-en-Provence; Castello Aragonese in Taranto, sede della Marina Militare Italiana; Auditorium Parco della Musica, Roma; Musei Strada Nuova, Genova; Duomo di Molfetta; Basilica S. Maria Maggiore, Bergamo; Ace Museum, Los Angeles; Italian Cultural Institute Los Angeles; Museo Marca, Catanzaro; Museo Macro Asilo, Roma; Museo Madre, Napoli; Museo Internazionale e Biblioteca della Musica, Bologna.