Biennale Updates: macerie a Venezia. Fra Italia, Spagna, Israele e Grecia, fra i topic più ricorrenti c’è quello della distruzione

“L’ambiente è tramutato in un sentiero tortuoso, invaso da ostacoli e macerie realizzati in bronzo, interrotto da un muro che impedisce l’accesso a un’ultima stanza”. Così il comunicato presenta l’opera di Massimo Bartolini al Padiglione Italia, per la mostra Vice versa: la radicale trasformazione, la distruzione della rampa realizzata nel 2006 dall’Architetto Franco Purini. Ma […]

L’ambiente è tramutato in un sentiero tortuoso, invaso da ostacoli e macerie realizzati in bronzo, interrotto da un muro che impedisce l’accesso a un’ultima stanza”. Così il comunicato presenta l’opera di Massimo Bartolini al Padiglione Italia, per la mostra Vice versa: la radicale trasformazione, la distruzione della rampa realizzata nel 2006 dall’Architetto Franco Purini. Ma presenta anche quello che è uno dei topic che sembrano caratterizzare questa Biennale: le macerie.
Dominanti nel padiglione spagnolo, dove Lara Almarcegui ne ammassa tante – materiali edili, ma anche vetro e legno – quante ne risulterebbero dalla distruzione del padiglione stesso. Macerie funzionali alla narrazione nell’edificio israeliano, quelle risultanti da un foro nel pavimento che funge da punto di arrivo di un ideale tunnel che collega Israele a Venezia. Macerie presenti in funzione sociopolitica, nel video dell’artista greco Stefanos Tsivopoulos, paradigmatiche della tragica realtà economica della nazione, che qui si assomma ad un irrisolto problema immigrazione…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.