È tempo di Biennale. Ma di Architettura. E il Canada, visto che si trova a Venezia…

Quest’anno è andata com’è andata, con la nomina effettuata da Sandro Bondi, che ha affidato a Vittorio Sgarbi l’inqualificabile Padiglione Italia. I tempi li conosciamo tutti: inqualificabili anch’essi, per realizzare un Padiglione come si deve. Ebbene, per la Biennale di Architettura che si terrà nel 2012 iniziamo a entrare nelle medesime dinamiche, se non ci […]

5468796 Architecture - Guertin Boatport - Storm Bay (Ontario)

Quest’anno è andata com’è andata, con la nomina effettuata da Sandro Bondi, che ha affidato a Vittorio Sgarbi l’inqualificabile Padiglione Italia. I tempi li conosciamo tutti: inqualificabili anch’essi, per realizzare un Padiglione come si deve. Ebbene, per la Biennale di Architettura che si terrà nel 2012 iniziamo a entrare nelle medesime dinamiche, se non ci si affretta.
Cosa succede in altre zone del mondo? Prendiamo il Canada. All’esterno del Padiglione nazionale, durante i giorni della vernice della Biennale d’Arte (protagonista è Steven Shearer), al desk informativo si distribuiva pure il numero estivo di Canadian Art. Fra le news si legge che, nel 2012, lo Stato americano sarà rappresentato dallo studio di Winnipeg 5468796 Architecture & Jae Sung Chon. Così, in scioltezza. E noi?

– Marco Enrico Giacomelli

www.5468796.ca

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.