Santiago Ydañez: il pittore cacciatore di sguardi

Riccardo Costantini Contemporary, Torino – fino al 13 giugno 2015. Un cambio di sede celebrato da un gesto artistico di Gianni Colosimo e da un ritorno, quello del pittore spagnolo Santiago Ydañez. Che dipinge voracemente e velocemente, quasi come l’azione di un cacciatore per catturare la preda.

Santiago Ydañez, S.T., 2015
Santiago Ydañez, S.T., 2015

Con un congedo in stile surrealista di Gianni Colosimo (Santa Severina, 1953; vive a Torino), che mette in vendita in una galleria completamente vuota una citazione colta di Man Ray ridotta a didascalia, Riccardo Costantini saluta la vecchia sede. Trasferendosi solo qualche metro più in là di via della Rocca, per iniziare il nuovo percorso in via Giolitti. Qui presenta il ritorno a Torino di Santiago Ydañez (Jaén, 1969), che sembra proseguire la tradizione del realismo spagnolo e dell’Accademia di San Fernando a Madrid, rappresentata nei suo vertici dal pittore Antonio López García. In mostra troviamo le sue ultime opere pittoriche, che vanno dai ritratti monumentali di volti umani e di cani, alle valigette ricolme di coltelli d’epoca. Tutti dipinti con quel suo tratto veloce, da “cacciatore”, come scrive nel testo critico Omar Pascual-Castillo, direttore del museo CAAM di Las Palmas Gran Canaria, per catturarne la drammaticità dello sguardo.

Claudia Giraud

Torino // fino al 13 giugno 2015
Santiago Ydañez – Guardami
RICCARDO COSTANTINI
Via Giolitti 51
011 8141099
[email protected]
www.rccontemporary.com

MORE INFO:
http://www.artribune.com/dettaglio/evento/44877/santiago-ydanez-guardami/

http://www.artribune.com/dettaglio/evento/44876/gianni-colosimo-il-ritorno-delluomo-raggio/