Scompare a Pescara il sound designer Andrea Gabriele. Intrecciava elettronica e arti visive, collaborando con artisti come Claudio Sinatti e Bianco-Valente, che lo ricordano qui

Print pagePDF pageEmail page

Andrea Gabriele

Condividere un’amicizia, una professione e, purtroppo, anche un destino tragico come quello di morire a 34 anni. Come il suo amico e compagno di tanti progetti Mass (Mario Masullo), musicista e compositore napoletano, scomparso nel 2010, e al quale lui aveva dedicato il progetto multidisciplinare Ogni Dove, insieme a Bianco-Valente, Marco Mazzei e Massimiliano Leggieri. Perché è di lui che stiamo parlando, di Andrea Gabriele (Pescara, 1981), musicista, produttore, sound designer, morto la sera del 10 maggio all’ospedale civile di Pescara, a causa di un aneurisma cerebrale. Pubblicava sotto diverse formule (Clap Rules, Pirandelo, Mou lips!, Symbiosis Orchestra) per etichette discografiche in Europa, Stati Uniti o Giappone, muovendosi tra musica sperimentale e clubbing, ma sempre con un forte approccio artistico, sebbene intrecciato con la produzione musicale.
Componeva musiche originali per importanti brands come MTV, BMW, RAI, Dolce & Gabbana, Tudor-Rolex, Pirelli, Breil, Heineken, Vodafone, Samsung, Diesel, EXPO, Puma, Franklin & Marshall, Vogue, Citroen, Nike. Come autore di installazioni in ambito electro e live media aveva esposto in gallerie d’arte e festival di arte elettronica in Europa e negli Stati Uniti, tenendo anche workshops in scuole d’arte come l’Istituto Europeo di Design (IED), la Nuova Accademia delle Belle Arti (Naba) di Milano, la Galleria d’arte Moderna GAM Gallarate, diverse Accademie delle Belle Arti, il Conservatorio di Perugia. Uno di questi si sarebbe dovuto svolgere il 14 e 15 maggio nella sua città natale, presso l’Ultrasonic Studio. Era solito realizzare dei lavori corali (ne abbiamo parlato proprio qui su Artribune quasi tre anni fa a proposito del progetto Biografia di te) coinvolgendo artisti come Claudio Sinatti, Scanner, Luigi Pagliarini, Iris Garrelfs, Andrea Di Cesare, Fabrizio Mammarella e il già citato duo partenopeo Bianco-Valente (di cui aveva composto la musica per il video Illimite, 2014).

Abbiamo cominciato a collaborare con Andrea ancora prima di conoscerci di persona, nel 2001, quando faceva parte dei Tu m’ e lavoravamo insieme attraverso internet”, raccontano proprio Bianco-Valente ad Artribune. “Nel 2003 ci siamo finalmente incontrati a Pescara in occasione del Peam, di cui era co-curatore, ed è nata un’amicizia molto profonda da cui, negli anni, si sono sviluppate diverse collaborazioni. Andrea per noi era la musica fatta persona: versatile, poliedrico, geniale, mai banale, e siamo contenti di averglielo ribadito più volte. Persona dolcissima e leggera da cui abbiamo imparato tanto. Per noi è come aver perso improvvisamente un fratello, siamo sconvolti e disorientati. Ci resta il ricordo di tanti bei momenti vissuti insieme e il privilegio di aver conosciuto una persona speciale”.
I funerali si svolgeranno mercoledì 13 alle ore 16 presso la cattedrale di S. Michele a Città S. Angelo, città di origine della famiglia che, dopo il decesso, ha fatto disporre la donazione degli organi.

Claudia Giraud

Prima di commentare, consulta le nostre norme per la community