A Milano c’è un quartiere in espansione: il boom di via Tertulliano

Se avete deciso di trascorrere le vacanze in città e vivete a Milano, perché non andate a scoprire la zona di via Tertulliano? Rimarrete piacevolmente sorpresi

Siamo appena fuori dai viali, a est di Porta Romana. Una zona, anzi poco più di un blocco, piuttosto anonimo fino a un paio d’anni fa, punteggiato dai magazzini di una Milano post-industriale memore delle fabbriche della Plasmon, ma non ancora artigianale. Poi, nel giro di pochi mesi, è cambiato tutto.

Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #61

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

1. ATELIER(S) FEMIA

Alfonso Femia Atelier(s) Alfonso Femia, Novecentopiùcento, Milano 2021. Photo © S. Anzini

Definire quello del genovese Alfonso Femia uno studio di architettura sarebbe davvero riduttivo. AF517 fa anche architettura, certo, ma quanti sono in dialogo così stretto con l’arte? Quanti realizzano oltre 500 interviste a progettisti, politici e personaggi della cultura per capire cosa fare e dove andare?

Via Cadolini 32
www.atelierfemia.com

2. DANCEHAUS

Compagnia Susanna Beltrami, Ballade. Preghiera profana

Fondata nel 2009 dalla coreografa Susanna Beltrami, che tuttora la dirige, la DanceHaus è stata riconosciuta come Centro Nazionale di Produzione della Danza (in Italia ne esistono quattro). Qui si producono spettacoli, si fa formazione, si svolgono residenze artistiche. Con uno sguardo inclusivo a 360°.

Via Tertulliano 70
www.dancehaus.it

3. AVANTGARDEN

Alexandre Bavard AKA Mosa, 1900, resina e cemento, cm 80×40. Courtesy Avantgarden Gallery

Coraggiosa apripista in zona, la Avantgarden Gallery ha inaugurato nel 2007 e da allora tiene dritta la barra sulla Urban Art. Che significa: non cedere di un millimetro nel rigore analitico ma applicandolo alla cultura underground, che provenga dal nostro Paese o da altri scenari internazionali.

Via Tertulliano 68
www.avantgardengallery.com

4. GREEN MEDIA LAB

L’ennesima agenzia di pubblicità milanese? In parte è vero, ma qui si fa comunicazione e marketing non solo ad alti livelli, ma con una specializzazione consapevole ed efficace sulla Corporate Social Responsability. La loro seconda sede è a Los Angeles e lavorano con marchi come Patagonia, GoPro, Vans, Asics

Via Tertulliano 68/70
www.greenmedialab.com

5. DAVIDE LONGONI

Il packaging 2021 del Panettone Milano di Davide Longoni

È fra i migliori panificatori d’Italia. Ha punti vendita in Porta Romana e in Zona Risorgimento, oltre a un banco al Mercato del Suffragio. Ora c’è anche questo laboratorio: un luogo quasi segreto dove gustare i suoi prodotti e farsi raccontare le iniziative che Longoni porta avanti – ad esempio la rivista L’integrale.

Via Tertulliano 70
www.davidelongoni.com

6. DOTDOTDOT

Refocus. Exhibition view at Triennale, Milano 2021. Photo © Cosimo Quartana. Exhibition, multimedia and graphic design by Dotdotdot

Architettura, design e installazioni coniugate con tecnologie digitali e new media, per creare esperienze uniche e memorabili. La loro storia inizia nel 2004 e da allora hanno lavorato con il MAAT di Lisbona e il Giardino Botanico di Padova, per fare due soli esempi in ambito museale, oltre a grandi aziende come Enel e NTV.

Via Tertulliano 68
www.dotdotdot.it

7. MILANO CITY VILLAGE

Milano City Village

Dove sorgevano i vecchi capannoni della Telecom sta nascendo un complesso residenziale composto da 163 appartamenti e quasi 5mila metri quadri di verde, su una superficie complessiva di 13.600 metri quadrati. Zero consumo del territorio, ampi spazi comuni, alta qualità. E infatti è già tutto sold out.

Via Cornelio Tacito 10/14
www.abitareinspa.com

8. U BARBA

U Barba, Milano

Dopo tutto questo girovagare vi meritate una sosta come si deve. Ultimo sforzo, allora, per approdare in questa osteria genovese che propone anche pasta fresca da asporto e una selezione di periodici da buongustai, da Monocle a L’Officiel. Iniziate con la Selezione ligure e poi fatevi guidare dallo stomaco.

Via Decembrio 33
www.ubarba.it

9. ARCHIVE

Muna Mussie. Bologna St. 173. Exhibition view at Archive Milano, 2021. Photo Monia Ben Hamouda

La destinazione “fuori mappa” che vi proponiamo ha inaugurato la scorsa estate con la personale di Muna Mussie. Stiamo parlando di Archive, lo spazio milanese dell’associazione non profit fondata a Berlino nel 2009 da Chiara Figone.

Via Tertulliano 68
https://www.archivesites.org/milano

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.