Yuri Ancarani, Michael Sailstorfer, Jorinde Voigt. Questi gli artisti selezionati per il Premio Artisti per Frescobaldi 2014, che per l’esordio sceglie la Germania

I protagonisti, a livello organizzativo, sono gli stessi: da Tiziana Frescobaldi, Consigliere e responsabile dei progetti culturali dell’azienda vinicola Marchesi de’ Frescobaldi, a Ludovico Pratesi, rispettivamente promotrice e curatore del Premio Artisti per Frescobaldi. Quello che cambia alla seconda edizione, rispetto alla prima del 2013, sono la scenografia – Italia per il debutto, Germania quest’anno […]

Michael Sailstorfer e Jorinde Voigt

I protagonisti, a livello organizzativo, sono gli stessi: da Tiziana Frescobaldi, Consigliere e responsabile dei progetti culturali dell’azienda vinicola Marchesi de’ Frescobaldi, a Ludovico Pratesi, rispettivamente promotrice e curatore del Premio Artisti per Frescobaldi. Quello che cambia alla seconda edizione, rispetto alla prima del 2013, sono la scenografia – Italia per il debutto, Germania quest’anno -, e soprattutto gli artisti selezionati, grandi nomi protagonisti assoluti del panorama creativo globale.
La seconda edizione del prestigioso riconoscimento entra dunque nel vivo: negli eleganti spazi dell’Ambasciata d’Italia a Berlino, alla presenza dell’Ambasciatore Elio Menzione, sono infatti stati presentati i finalisti per il 2014: se lo scorso anno si trattava di italiani – pur ampiamente introdotti nel circuito internazionale, da Ra di Martino a Giovanni Ozzola, a Elisa Sighicelli -, quest’anno i prescelti sono i tedeschi Michael Sailstorfer e Jorinde Voigt, e l’italiano Yuri Ancarani.
Gli artisti realizzeranno la loro opera ispirandosi alla Tenuta del Castello di Nipozzano, sulle colline vicino a Firenze. Inoltre, disegneranno un’etichetta per un’edizione speciale del Montesodi Riserva, “rosso di grande struttura ed eleganza, cru del Castello di Nipozzano, prodotto in quantità limitata”. Le opere saranno esposte a Berlino il prossimo autunno, in uno spazio di prestigio dedicato all’arte contemporanea. Una giuria di tre direttori di museo decreterà il vincitore nel corso d’una serata speciale che coinvolgerà il mondo dell’arte contemporanea tedesco.

www.artistiperfrescobaldi.it

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.