Lo Strillone: Francesco Bonami tira le orecchie a La Repubblica e ad Artribune su La Stampa. E poi 2mila capolavori dimenticati agli Uffizi, Dario Fo a casa di Michelangelo, piscina San Marco…

Su La Stampa i pro e i contro del Torino art week-end. Commenti da Elena Del Drago al duo Vallora – Moliterni: bocciato Vezzoli da Noero, interesse per la sezione “Back to the Future”. Con Francesco Bonami che tira le orecchie pure a La Repubblica e ad Artribune. A tutta arte su Il Fatto Quotidiano, […]

Quotidiani
Quotidiani

Su La Stampa i pro e i contro del Torino art week-end. Commenti da Elena Del Drago al duo Vallora – Moliterni: bocciato Vezzoli da Noero, interesse per la sezione “Back to the Future”. Con Francesco Bonami che tira le orecchie pure a La Repubblica e ad Artribune.

A tutta arte su Il Fatto Quotidiano, che dedica il reportage del lunedì a storie di ordinaria dispersione del nostro patrimonio culturale: partendo dai capolavori dimenticati nei depositi dei musei (2mila solo agli Uffizi) e finendo a Tivoli, con Villa Adriana che scampa l’apertura di una discarica ma viene aggredita dai palazzinari. Qualche nota positiva? Il Mart, presentato come modello di museo virtuoso.

Su Quotidiano Nazionale Dario Fo va nel casale che fu di Michelangelo, per disegnare un’etichetta d’artista per vini d’autore. Polemiche british su La Repubblica: il nuovo lavoro teatrale di Alan Bennett entra a gamba tesa sul National Trust, strumento di tutela dei beni culturali di Sua Maestà.

Piscina vista San Marco. Con le prime pagine di tutti i quotidiani a mollo nell’ennesima emergenza maltempo, menzione speciale per la foto in taglio alto su Corriere della Sera: complimenti al sistema immunitario della coppia di impavidi turisti stranieri che, ieri, è stata pizzicata a fare il bagno in una Piazza San Marco completamente allagata.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.