Lo Strillone: Celant storce il naso per il rapporto arte – new technologies su L’Espresso. E poi Fondazione Andy Warhol, flash mob firmato Pistoletto, Oscar Niemeyer…

L’Elzeviro del Corriere della Sera soffia sulle ottanta candeline per Mario Guida, mitico editore complice dell’approdo in Italia di Andy Warhol; la Fondazione che cura il lascito del re della pop art guadagna una breve su Il Sole 24Ore e l’apertura su La Stampa. Dove Francesco Bonami racconta l’asta che metterà all’incanto 20mila pezzi del […]

Quotidiani
Quotidiani

L’Elzeviro del Corriere della Sera soffia sulle ottanta candeline per Mario Guida, mitico editore complice dell’approdo in Italia di Andy Warhol; la Fondazione che cura il lascito del re della pop art guadagna una breve su Il Sole 24Ore e l’apertura su La Stampa. Dove Francesco Bonami racconta l’asta che metterà all’incanto 20mila pezzi del maestro. Obiettivo? Raccogliere 100milioni di dollari da girare ad artisti emergenti.

Barilli a Venezia per Tiziano: report a tutta pagina su L’Unità; arte e moda su Quotidiano Nazionale: intervento firmato Pistoletto per l’apertura di Milano Moda Donna, con flash mob in Duomo architettato dall’artista. Luca Beatrice, su Il Giornale, torna sulla maxi asta warholiana e sintetizza in un fondo la nuova stagione di fiere e mercati: anticipazioni e preveggenze tra Artissima e il MiArt di De Bellis.

La chiusura dei restauri alla Porta del paradiso del Ghiberti e una lunga chiacchierata con Oscar Niemeyer su Il Venerdì; coccodrillo firmato Fuksas, su L’Espresso, per la scomparsa di Italo Insolera, mentre Celant storce il naso per il rapporto arte – new technologies in mostra al MOCA di Los Angeles. I progetti di Nervi in mostra a Mantova e i programmi futuri di Ivan Navarro su Sette.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.