L’emergenza Covid-19 ha messo a dura prova le istituzioni culturali di tutto il mondo, costringendole a mettere a punto nuove strategie di esposizione, conservazione e divulgazione. E anche quando i musei sono chiusi al pubblico, non significa che il lavoro, dietro alle porte chiuse, sia fermo: lo staff continua a sistemare, controllare, restaurare, catalogare e riallestire in vista della prossima riapertura. Tutte queste delicate operazioni sono ben raccontate in un video appena pubblicato sul canale YouTube della Tate di Londra; un breve documentario di poco più di dieci minuti in cui il personale del museo spiega come ha affrontato la chiusura e la riapertura con i nuovi protocolli di social distancing. Dalla pittura, al video, passando per la fotografia, la stampa e le installazioni multimediali; ogni opera d’arte ha bisogno di essere mantenuta in salute ed esposta nelle migliori condizioni, cercando, allo stesso tempo, di garantire la sicurezza di lavoratori e visitatori.

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.