In molti, c’è da scommetterci, saranno in grado di riconoscere la sala da ballo di Palazzo Gangi, già set de Il Gattopardo, nella scena conclusiva di Welcome Palermo, il nuovo film del duo artistico Masbedo che sarà presentato, in anteprima mondiale, a Lo Schermo dell’Arte 2019, il festival fiorentino diretto da Silvia Lucchesi. Lo stesso sontuoso ambiente scelto da Luchino Visconti per la fortunata pellicola del 1963, più di cinquant’anni dopo è tornato a fare cornice a una coreografia: questa volta si tratta di una danza tradizionale indiana, proposta dalla comunità Tamil residente nella città siciliana e filmata da Masbedo. Il legame tra Palermo e il cinema italiano costituisce l’asse portante del lungometraggio, indissolubilmente figlio dell’esperienza di Videomobile, l’installazione multi canale interattiva con cui il duo, formato da Nicolò Massazza e Iacopo Bedogni, ha preso parte con successo alla biennale Manifesta 12. I due artisti, a Firenze in occasione della proiezione prevista per il 15 novembre, lo scorso anno avevano indagato le connessioni tra il contesto locale e l’universo cinematografico nazionale nel loro “carro video”. Impiegando una pluralità di registri e testimonianze e attraverso il coinvolgimento di personalità della scena culturale e politica palermitana e dei cittadini residenti, il lungometraggio ricorda quel lavoro e ricostruisce la memoria della Palermo cinematografica. Con omaggi a registi come De Seta, Gregoretti e lo stesso Visconti.

– Valentina Silvestrini

www.schermodellarte.org

Dati correlati
Autore Masbedo
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Dal 2016 coordina la sezione architettura di Artribune, piattaforma per la quale scrive da giugno 2012, occupandosi anche della scena culturale fiorentina. Ha studiato architettura all’Università La Sapienza di Roma, città in cui ha conseguito l'abilitazione professionale. Ha intrapreso il percorso professionale in parallelo con gli studi, occupandosi di allestimenti museali, fieristici ed eventi presso studi di architettura e all’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero fino al 2011. Successivamente ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia" della Scuola Normale Superiore di Pisa e ha curato gli eventi e la comunicazione della FUA - Fondazione Umbra per l’Architettura, a Perugia. I suoi articoli sono stati pubblicati anche su Abitare, abitare.it, domusweb.it, Living, Klat, Icon Design, Grazia Casa, Cosebelle Magazine e Sky Arte. Oltre all'architettura, ama i viaggi e ha una predilezione per l'Asia e il Medio Oriente.