Portraying a Nation: Germany 1919–1933 è una mostra che racconta, attraverso gli occhi di due artisti, un luogo e un periodo storico preciso: la Germania a cavallo tra le due Guerre Mondiali. Gli anni della Repubblica di Weimar, con le sue contraddizioni, la sua povertà e la sua cultura decadente, vengono rievocati nei dipinti di Otto Dix (1891–1969) e nelle fotografie di August Sander (1876–1964). Dalla trasgressiva scena dei cabaret alle rivolte civili, entrambi gli artisti raccontano di una realtà tesa tra due estremi: una popolazione allo sbando, divisa tra la superficie del lusso e il baratro dell’indigenza.
La mostra, in corso alla Tate di Liverpool fino al prossimo 15 ottobre, viene spiegata in questo video dalla storica dell’arte inglese Kate Bryan, che offre una panoramica efficace del percorso, composto da oltre 300 opere tra dipinti, disegni e fotografie.

www.tate.org.uk/visit/tate-liverpool

Dati correlati
AutoriOtto Dix, August Sander
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.