Libri, dischi, diapositive, giornali. Ma anche un intero negozio di ferramenta, con tutto quello che contiene. In questo video, l’ultimo della serie Summer of Shorts dell’associazione ART21, l’artista americano Theaster Gates (Chicago, 1973) mostra alcune delle sue incredibili collezioni, a partire della serie completa di Jet Magazine, un archivio di ben 12mila riviste che rappresenta una testimonianza della vitalità della cultura black negli Anni Novanta. L’artista americano già da anni si interessa di recuperare vaste raccolte di oggetti, che vengono poi spesso utilizzate come materiale di partenza per le sue installazioni. Le collezioni vengono viste da Gates come un filtro per interpretare il mondo: “trascorro molto tempo per cercare in queste collezioni la personalità di chi le ha messe insieme”, spiega, “e poi magari cerco anche di spiegare perché queste cose sono importanti”.

Dati correlati
AutoreTheaster Gates
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Valentina Tanni è storica dell’arte, curatrice e docente; la sua ricerca è incentrata sul rapporto tra arte e tecnologia, con particolare attenzione alle culture del web. Insegna Digital Art al Politecnico di Milano e Culture Digitali alla Naba – Nuova Accademia di Belle Arti di Roma. Ha pubblicato “Random. Navigando contro mano, alla scoperta dell’arte in rete” (Link editions, 2011) e “Memestetica. Il settembre eterno dell’arte” (Nero, 2020). Collabora con la redazione di Artribune dalla sua fondazione.