Giulio Frigo, l’alchimista della pittura. Da Francesca Minini

Galleria Francesca Minini, Milano – fino al 15 novembre 2015. Giulio Frigo torna con una mostra forte ed estremamente convincente. E la sua pittura figurativa emerge in una complessa serie di opere modulate dalla luce, da un pensiero complesso e da un allestimento estremamente integrativo.

Giulio Frigo – 360 780 nm - veduta della mostra presso la Galleria Francesca Minini, Milano 2015
Giulio Frigo – 360 780 nm - veduta della mostra presso la Galleria Francesca Minini, Milano 2015

Giulio Frigo (Arzignano, 1984) torna da Francesca Minini consacrandosi come uno degli artisti più promettenti del panorama italiano. Appena si entra in galleria, si è accolti da uno schermo semitrasparente con una composizione astratta e un altro più scuro con raffigurato un idolo antico; nella prima sala, un quadro spudoratamente cinematografico appeso al soffitto inchioda lo spettatore; si passa una tenda e i muri si muovono in strisce bianche e nere sbilenche proiettate; sulla sinistra un grande quadro con un cielo alla Giotto e al centro un uomo, una cosmologia medievale; di fronte, su uno scudo è disegnata un‘ecografia di un feto. Un piccolo quadro si apre con un sipario di luce, in un altro un pianista suona con quello che sembra Gesù morto all’interno dello strumento. Ma non è finita qui: nell’ultima sala una donna si abbronza dietro delle tendine, e un grande quadro nella semioscurità viene percosso da piccolo cerchio di luce in continuo movimento che guida lo sguardo, o lo devia, nella contemplazione dell’opera.
Il mondo figurativo di Giulio Frigo non si ferma alla realizzazione dell’opera ma va ben oltre, in una direzione estremamente interessante: le opere sono arricchite, allestite, pensate con effetti scenografici, illusionistici, come fosse un alchimista più che un “semplice” pittore.

Dario Moalli

Milano // fino al 15 novembre 2015
Giulio Frigo – 360 780 nm
FRANCESCA MININI
Via Massimiano 25
02 26924671
[email protected]
www.francescaminini.it

MORE INFO:
https://www.artribune.com/dettaglio/evento/47297/giulio-frigo-360-780nm/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Dario Moalli
Dario Moalli (Vigevano 1991) studia Storia e critica dell’arte all’università di Milano, nel 2013 si è laureato in Scienze dei Beni culturali, e da qualche anno vive stabilmente a Milano, dove vaga in libertà. Condivide l’interesse per l’arte con quello della musica, recentemente ha collaborato con deerwaves.com e con mescalina.it.