Apre lo spazio gastronomico di Torino Porta Nuova. Sul Terrazzo un’opera curata da Paratissima

Si chiama “Cosmogonia del nuovo mondo”, l’installazione aerea realizzata per la nuova area food della stazione ferroviaria. Dono di Natale alla città all’insegna dell’arte pubblica

Cosmogonia del Nuovo Mondo 3 Torino Porta Nuova
Cosmogonia del Nuovo Mondo Torino Porta Nuova

Un grande luogo di incontro e transito come la stazione di Porta Nuova si trasforma in una piazza pubblica anche mediante l’arte contemporanea”. Con queste parole Olga Gambari, direttrice artistica di Paratissima, introduce la monumentale installazione aerea dal titolo Cosmogonia del nuovo mondo, realizzata da alcuni artisti selezionati dalla fiera torinese d’arte emergente per Il Terrazzo, ovvero la nuova food lounge della stazione ferroviaria Torino Porta Nuova: un regalo alla città da parte di Grandi Stazioni Retail che ha così riqualificato uno spazio – di costruzione tardo ottocentesca – finora abbandonato. 

Il Terrazzo Torino Porta Nuova
Il Terrazzo Torino Porta Nuova

ARTE PUBBLICA: GRANDI STAZIONI RETAIL PER TORINO 

“Siamo orgogliosi dell’apertura del nuovo spazio”, dichiara Alberto Baldan, Amministratore Delegato di Grandi Stazioni Retail SpA, la società privata che dal 2016 è affidataria della gestione e valorizzazione degli spazi commerciali e di comunicazione all’interno delle 14 grandi stazioni italiane, nel cuore delle 11 città più importanti (Roma, Milano, Napoli, Torino, Firenze, Venezia, Bologna, Verona, Genova, Bari e Palermo). “Non solo un accogliente spazio dove mangiare ma, soprattutto, una nuova piazza coperta dove incontrarsi e stare insieme, in spazi ampi e sicuri. Questo intervento contribuisce ad unire, migliorare e sviluppare il tessuto urbano che circonda Porta Nuova. Le nostre stazioni sono ormai divenute dei veri e propri punti di riferimento delle città, edifici che dal punto di vista storico, artistico e di posizione rappresentano il cuore della metropoli di cui fanno parte”. 

ROSSOPOMODORO Il Terrazzo Torino Porta Nuova
ROSSOPOMODORO Il Terrazzo Torino Porta Nuova

“IL TERRAZZO” DI PORTA NUOVA. FOOD LOUNGE PER LA CITTÀ  

Grazie a un investimento complessivo di 20 milioni di euro, ora il piano rialzato sopra l’atrio della stazione ha a disposizione un’area di oltre 2mila metri quadrati dedicata all’ospitalità (anche turistica con uno stand di Regione Piemonte e Visit Torino per la promozione del territorio), al food e alla socialità (anche al sociale con uno spazio riservato alla Fondazione Forma dell’Ospedale Infantile Regina Margherita di Torino per la raccolta fondi). I numeri? 10 ristoranti e 4 chioschi per tutte le tasche e i palati, da Rosso Pomodoro, a Old Wild West, fino all’Harry’s Bar. Uno spazio caratterizzato da una grande attenzione al design, all’eleganza, al risparmio energetico e alla sostenibilità, grazie alla collaborazione dello Studio Retail Design di Paolo Lucchetta che ha realizzato due grandi vetrate lato binari di oltre 230 mq complessivi. 

Cosmogonia del Nuovo Mondo 2 Torino Porta Nuova
Cosmogonia del Nuovo Mondo Torino Porta Nuova

L’INSTALLAZIONE AEREA COSMOGONIA A CURA DI PARATISSIMA 

E poi c’è l’arte contemporanea con l’installazione aerea Cosmogonia – permanente e in progress – composta da un sistema di pianeti, ciascuno affidato a un artista coinvolto nel progetto – ArtLords, Enrica Borghi, Enrico T. De Paris, Gioberto Noro, Cristiana Palandri, Seçil Yaylali – che trasforma la hall della stazione di Torino Porta Nuova in una piazza pubblica di incontro e confronto per cittadini e viaggiatori. “Migliaia di persone ogni giorno entreranno in contatto con i pianeti della Cosmogonia del nuovo mondo, un progetto animato da sei artisti che propone una riflessione sulla necessità di ripensare il nostro rapporto con l’ambiente e con gli altri, come singoli e come comunità”, conclude Olga Gambari. “Un dialogo diretto ed empatico, quanto profondo, che trasforma l’arte in un elemento vitale della quotidianità”.  

– Claudia Giraud 

Cosmogonia del nuovo mondo
Il Terrazzo, lounge di Torino Porta Nuova, Corso Vittorio Emanuele II, 58
tutti i giorni dalle 8 alle 22 

https://www.gsretail.it/it/

 

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).