Record all’asta di Sotheby’s Londra. Magritte vola oltre i 50 milioni di sterline

L’opera, L’empire des Lumières, è stata contesa durante l’evento serale tra dealer presenti in sala e collegamenti telefonici, anche dall’Asia. Con base di partenza stimata a 40 milioni, si tratta del quadro di maggior valore mai venduto in Europa in sterline.

Magritte, L'Empire des Lumières
Magritte, L'Empire des Lumières

In una serata storica per Sotheby’s Londra con il più alto totale di vendita in un solo giorno tra The Now Evening Auction e Modern & Contemporary Evening Auction – ben 221 milioni di sterline in totale – si materializza anche il record per le opere di René Magritte, che triplica quasi il precedente. L’empire des Lumières (L’impero delle luci) viene battuto a 51,5 milioni di sterline (oltre 62 milioni di euro) che diventano 59,4 con il premio della casa d’aste e diventa anche il quadro di maggior valore mai venduto in Europa in sterline.

Sotheby's Londra durante l'asta di Magritte ph. Mario Bucolo
Sotheby’s Londra durante l’asta di Magritte ph. Mario Bucolo

RECORD PER MAGRITTE ALL’ASTA DI SOTHEBY’S LONDRA

L’asta, condotta da Helena Newman (Chairman di Sotheby’s Europe e direttore internazionale del dipartimento dedicato agli impressionisti ed all’arte moderna) è durata circa sette minuti e ha visto l’opera messa in vendita a partire da 40 milioni di sterline. Subito sono iniziate le offerte, alcune anche dai dealer presenti in sala, per poi consolidare l’asta su tre contendenti collegati telefonicamente. Con rilanci da mezzo milione di sterline, alla fine l’opera è stata aggiudicata a un acquirente in collegamento col desk
Asia. Sotheby’s aveva puntato molto su questo lotto, addirittura dedicandoci la facciata della sede londinese di New Bond St opportunamente mascherata col tema del quadro. L’opera, che fonde tra loro il giorno e la notte, fu realizzata da Magritte nel 1961 per la baronessa Anne-Marie Gillion Crowet, la figlia dello ‘sponsor’ di Magritte, il collezionista belga del surrealismo Pierre Crowet, ed è rimasta nella collezione di famiglia, ma esposta al museo Magritte di Brussels dal 2009 al 2020, fino a questa vendita.

-Mario Bucolo

https://www.sothebys.com/en/

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Mario Bucolo
Mario Bucolo è fotografo professionista (awards winners come si dice di chi ha ricevuto premi e riconoscimenti internazionali), pur amando definirsi ‘artigiano dell’immagine’, specializzato in architettura, landscape, viaggi. Catanese, vive e lavora a Londra da alcuni anni. Ma Mario Bucolo è anche un esperto in marketing, comunicazione, visibilità e social media prevalentemente per i musei e per il settore cultura, lavorando e presentando studi nel settore sin dal 1991, anche nel ruolo di co-fondatore dell'iniziativa Europea 'Medici Framework' e di editore del portale mondiale sui musei. Nel 2008 ha contribuito, come guest author, all'ultimo libro di Philip e Neil Kotler sul marketing per i musei con un capitolo su "Musei ed E-communication". Nel 2010 è stato candidato alla presidenza di ICOM Italia. Prima ancora, dal 1984, è stato tra i pionieri europei delle applicazioni multimediali interattive (kiosk, Laser disc, Cd-Rom etc).