Christie’s ci riprova. Ora arrivano in asta i Cryptopunks, i primi NFT di sempre

Dopo l’eccezionale successo ottenuto con la vendita da 69 milioni di Beeple, Christie’s torna sul mercato degli NFT, con un’asta dedicata ai Cryptopunks, piccoli ritratti in pixel art che hanno fatto la storia di questo settore.

Cryptopunks
Cryptopunks

Cryptopunks è il progetto di Larva Labs che ha dato vita alle prime opere d’arte digitali vendute attraverso gli NFT. Christie’s ha pubblicato online la notizia del suo passaggio in asta aprendo l’annuncio con il titolo “10 cose da sapere su CryptoPunks, gli NFTs originali”. Nell’articolo, parafrasando i creatori dei Cryptopunks, Christie’s riporta il pensiero originale che ha dato vita al fenomeno: “poche righe di codice potrebbero tradursi in una sensazione di proprietà significativa?”. A quanto pare, per molti la risposta è ormai diventata ovvia.

Larva Labs 2005, Cryptopunks, 2017, non fungible token 21st century evening sales Christies hero
Larva Labs 2005, Cryptopunks, 2017, non fungible token 21st century evening sales Christies hero

LA STORIA DEI CRYPTOPUNKS, I PRIMI NFT DELLA STORIA

Il progetto dei Cryptopunks consiste in 10.000 ritratti in pixel art con caratteristiche uniche, generati randomicamente attraverso algoritmi. I creatori, Matt Hall e John Watkinson, hanno attinto dalla cultura cyberpunk ma anche dal punk londinese anni ’70, dichiarando di non averne trasposto soltanto l’estetica, ma anche l’attitudine anticonformista, un’attitudine che, affermano, ha permesso poi il “salto concettuale” verso gli NFT. Tra le 10.000 immagini create, Christie’s e Larva Labs hanno scelto una serie di nove Cryptopunks, “i più rari possibili”, appartenenti ai primi mille della serie. Il mercato di questi oggetti digittali è aumentato costantemente negli ultimi anni e ad oggi vanta un totale di vendite per 134.170 ETH (circa 280,93 milioni di dollari). La vendita più alta è stata registrata a marzo per il Cryptopunk #7804, ceduto per ben 7,56 milioni di dollari. È da precisare che l’NFT venduto da Christie’s non rappresenta un singolo Cryptopunk, ma racchiude tutto il set dei nove Cryptopunks ritenuti più rari.

UNA STIMA DI 9 MILIONI DI DOLLARI

Se con Beeple non era stata dichiarata nessuna stima iniziale per l’asta, questa volta Christie’s assegna una stima che oscilla tra i sette e i nove milioni di dollari, mantenendo volutamente un profilo piuttosto basso, perché le cifre in gioco potrebbero essere decisamente più alte. Sia perché viene riproposta la stessa logica del “pacchetto” presente nell’asta precedente, sia perché – come afferma lo stesso Noah Davis – “i CryptoPunks sono l’alfa e l’omega del movimento Crypto Art […] questa è un’asta storica”. Il lotto sarà in vendita da Christie’s durante la “21st Century Evening Sale” il 13 maggio. Aspettiamoci delle sorprese.

– Christian Nirvana Damato

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Christian Nirvana Damato
Christian Nirvana Damato (Foggia, 1994) è un Visual Artist la cui ricerca si focalizza sul rapporto uomo/tecnologia/media. Le implicazioni di questo rapporto si mescolano a livello teorico in maniera interdisciplinare: i suoi interessi spaziano tra neurobiologia, neuroestetica, visual and media studies, filosofia, culture digitali e nuove tecnologie. Attualmente studia al corso specialistico di Arti Visive e Studi Curatoriali alla Naba di Milano.