Nascono nuove fiere. Ad Anversa Art Brussels si sdoppia in Art Antwerp

Alla prima edizione della nuova fiera internazionale (in programma dal 16 al 19 dicembre 2021) saranno ospitate 59 gallerie dai Paesi del Benelux, dalla Germania, dalla Francia e (una) dall’Austria.

Dépendance, Haegue Yang The Cone of Cornern_2020_MCAD Manila_Photo by At Maculangan, Rachelle Dufour
Dépendance, Haegue Yang The Cone of Cornern_2020_MCAD Manila_Photo by At Maculangan, Rachelle Dufour

Nasce una nuova fiera d’arte contemporanea internazionale: è Art Antwerp, lanciata dall’ormai consolidata Art Brussels (che nel 2018 ha compiuto cinquant’anni). La fiera, che si terrà dal prossimo giovedì 16 a domenica 19 dicembre all’Expo di Anversa, vedrà la presenza di 59 gallerie dal Belgio e dai Paesi limitrofi: Francia, Germania, Lussemburgo, Paesi Bassi. Unica eccezione una galleria dall’Austria. Art Antwerp 2021, piccola ma ambiziosa, si presenta come nuova voce culturale nella città di Anversa, e se ha un carattere internazionale si dichiara comunque fortemente radicata nel territorio: 39 delle gallerie presenti (due terzi del totale) hanno sede in Belgio, e 13 di queste proprio ad Anversa.

COME SARÀ ART ANTWERP 2021

La fiera, che coinvolgerà quasi 300 artisti tra emergenti e affermati a livello internazionale, si presenta con connotati unici: non ci sono sezioni e tutte le gallerie partecipanti sono state accolte su invito dal Comitato Ospitante in base a una serie di prerequisiti. Le dimensioni limitate della fiera vogliono evitare l’effetto mega-contenitore mantenendo un’atmosfera accogliente e intima, sempre con gli elevati standard professionali di Art Brussels. Tra i partner, dopotutto, ce n’è uno di lunga data della fiera di Bruxelles, la Fédération Wallonie-Bruxelles, a cui si aggiunge Artsy, il più grande mercato online globale per l’acquisto, la vendita e la scoperta di opere e artisti.

LE GALLERIE INVITATE: AFFERMATE ED EMERGENTI DAL BELGIO E DAL MONDO

Tra le gallerie più affermate? Ci saranno Bernier/Eliades (Atene, Bruxelles); Campoli Presti (Londra, Parigi); Dürst Britt & Mayhew (L’Aia); Dvir (Bruxelles, Tel Aviv); Greta Meert (Bruxelles); Galerie Lelong & Co. (Parigi, New York); kamel mennour (Londra, Parigi); Laurent Godin (Parigi); MARUANI MERCIER (Bruxelles, Knokke, Zaventem); Nathalie Obadia (Bruxelles, Parigi); Nino Mier (Bruxelles, Colonia, Los Angeles, Marfa); Nosbaum Reding (Bruxelles, Lussemburgo); Galerie Ron Mandos (Amsterdam); Sies + Höke (Düsseldorf); Sorry We’re Closed (Bruxelles); Templon (Bruxelles, Parigi); Galerie Elisabeth & Klaus Thoman (Innsbruck, Vienna); e Zeno X (Anversa). Tra le emergenti compaiono Everyday Gallery (Anversa); Fred & Ferry (Anversa); e KETELEER GALLERY (Anversa). Art Antwerp riunisce anche alcune gallerie emblematiche di Anversa che mettono in luce i giovani e importanti artisti della città: De Zwarte Panter, la più antica galleria d’arte contemporanea del Belgio; Gallery Sofie Van de Velde e PLUS-ONE Gallery che porteranno uno stand congiunto; e Tim Van Laere.

– Giulia Giaume

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giulia Giaume
Amante della cultura in ogni sua forma, è divoratrice di libri, spettacoli, mostre e balletti. Laureata in Lettere Moderne, con una tesi sul Furioso, e in Scienze Storiche, indirizzo di Storia Contemporanea, ha frequentato l'VIII edizione del master di giornalismo Walter Tobagi. Collabora con diverse riviste su temi culturali, diritti civili e tutto ciò che è manifestazione della cultura umana, semplicemente perché non può farne a meno.