Art Basel e le altre. 7 fiere da non perdere durante la settimana dell’arte di Basilea

Liste, Volta, Paper Positions, Photo Basel, Design Miami e I Never Read sono le fiere protagoniste dell’imminente art week di Basilea capitanata da Art Basel e di cui vi raccontiamo le novità di quest’anno

Arte moderna e contemporanea, installazioni di grandi dimensioni, opere su carta, design, fotografia, editoria: l’imminente art week di Basilea soddisfa i gusti (e le tasche) di ogni collezionista, a partire dalla regina Art Basel fino alle fiere di ricerca. Liste, Volta, Paper Positions, Photo Basel, Design Miami e I Never Read completano il cast della settimana dell’arte più seguita al mondo, che anche quest’anno riserva non poche novità a partire proprio da Art Basel: la fiera infatti da quest’anno adotta il sistema della “scala mobile” sui costi di partecipazione degli espositori, per cui le gallerie più grandi sono state tassate maggiormente per sostenere quelle più giovani. Numerose inoltre le gallerie che per la prima volta partecipano alle fiere di Basilea, confermando così la città come il punto di riferimento dell’art system internazionale. Ma adesso ecco nel dettaglio tutto quello che c’è da sapere sulle fiere di prossima inaugurazione in Svizzera.

– Desirée Maida

1. ART BASEL

Art Basel

La “regina delle fiere” apre al pubblico il 13 giugno, guidando così l’intera Basel Art Week 2019. Suddivisa in 8 sezioni – Galleries, Feature, Statements, Edition, Parcours, Film, Magazines e la attesa Unlimited –, Art Basel quest’anno conterà sulla partecipazione di 290 gallerie provenienti da 34 paesi, tra le quali 19 faranno il loro ingresso in fiera per la prima volta, come l’italiana SpazioA di Pistoia nella sezione Statements. Questa edizione di Art Basel, inoltre, si contraddistingue per un’importante novità, ovvero la “scala mobile” adottata sui costi di partecipazione degli espositori: alle gallerie più piccole sono state proposte tariffe più vantaggiose rispetto al passato, mentre le gallerie più grandi sono state tassate maggiormente, proprio per sostenere quelle più giovani. Tra i partecipanti alla Main Section, spiccano i nomi di  David Zwirner, Gagosian, Hauser & Wirth, Lévy Gorvy, Perrotin e Lisson Gallery. Partecipano a Galleries inoltre 7 new entries, provenienti dalle sezioni Feature e Statements: si tratta di Galerie Pietro Spartà (Francia), Peres Projects, Société e Wentrup (Germania), Hollybush Gardens e Sprovieri (Regno Unito), e P.P.O.W (USA). Non manca, infine, il parterre di espositori provenienti dall’Italia: Alfonso Artiaco, Galleria Continua, Massimo De Carlo, A arte Invernizzi, kaufmann repetto, Magazzino, Giò Marconi, Massimo Minini, Franco Noero, Christian Stein, Galleria Tega, Tornabuoni Art, Tucci Russo Studio per l’Arte Contemporanea Torre Pellicce, ZERO…

Dal 13 al 16 giugno 2019
Art Basel
Messe Basel
Messeplatz 10
www.artbasel.com

2. LISTE

Liste 2018, Basilea, Preview

La fiera fondata nel 1996 e votata alla promozione di gallerie e artisti emergenti torna anche quest’anno nel labirintico ex spazio industriale del Warteck, con 77 espositori provenienti da 33 paesi, 21 dei quali sono new entries. Laveronica arte contemporanea (Modica), Federico Vavassori (Milano) e Veda (Firenze) sono le presenze italiane a Liste, che quest’anno ha rivisitato i propri spazi espositivi all’interno del Warteck, creando un percorso che permetterà di “scoprire” l’architettura e che metterà in dialogo le opere esposte dalle diverse gallerie.

Dal 10 al 16 giugno 2019
Liste Art Fair
Warteck
Burgweg 15
www.liste.ch

3. VOLTA

Volta, veduta della fiera, 2016

Fondata nel 2005 dagli art dealer Kavi Gupta, Friedrich Loock, Ulrich Voges e dalla critica d’arte Amanda Coulson, Volta torna a Elsässerstrasse 215, l’ex centro di distribuzione COOP e punto centrale del centro culturale di Basilea, a solo 15 minuti di tram e 9 di bicicletta da Art Basel. Sono 79 in tutto le gallerie partecipanti all’edizione di quest’anno, provenienti da 25 paesi, tra cui le italiane Alessandro Casciaro (Bolzano), The Flat – Massimo Carasi (Milano), Galleria Doris Ghetta (Ortisei), Anna Marra Contemporanea (Roma), Montoro12 Gallery (Roma), Yvonneartecontemporanea (Vicenza).

Dal 10 al 15 giugno
Volta Basel
Elsässerstrasse 215
www.voltashow.com

4. PAPER POSITIONS

Photo Clara Wenzel Theiler, Courtesy Positions Berlin – Paper Positions Munich 2017

Tra le fiere più giovani approdate a Basilea (per la precisione lo scorso anno), Paper Positions è la rassegna d’arte tedesca interamente dedicata alle opere su carta con base a Berlino e Monaco, che anche quest’anno si svolgerà all’Ackermannshof. Sono 30 in tutto le gallerie a partecipare, la maggior parte tedesche e nessuna italiana.

Dall’11 al 16 giugno 2019
Paper Positions
Ackermannshof
St. Johanns-vorstadt 19-21
www.paperpositions.com

5. PHOTO BASEL

Photo Basel 2015

Prima e unica fiera d’arte svizzera dedicata alla fotografia, Photo Basel torna alla centralissima Volkshaus per la sua quinta edizione, a cura di Daniel Blochwitz. Per la prima volta nella sua storia, Photo Basel occuperà due piani della Volkshaus, ospitando 41 gallerie affermate ed emergenti provenienti da 15 paesi. Oltre alla sezione principale della fiera, Photo Basel ospita anche il Premio ALPA, organizzato in collaborazione con il produttore di fotocamere svizzero ALPA e un collezionista privato di base a Zurigo. Tra i progetti speciali, segnaliamo la selezione di opere di un collezionista di opere del fotografo italiano Mario Giacomelli e una mostra di immagini satellitari nello spazio artistico di Basilea Heuberg24. 29 Arts in progress e Spazio Farini 6 sono le uniche presenza italiane in fiera.

Dall’11 al 16 giugno
Photo Basel
Volkshaus Basel
Rebgasse 12-14
www.photo-basel.com

6. DESIGN MIAMI

DesignMiamiBasel 2017

La 14esima edizione svizzera di Design Miami – affiliata di Art Basel – conta sulla presenza di 45 gallerie provenienti da 12 paesi, con la direzione curatoriale di Aric Chen. Elements: Earth è il tema della fiera di quest’anno, una riflessione sul rapporto tra design e natura: “non è solo il ruolo del design nell’esplorare materiali, modi di fare, vivere, consumare e produrre che hanno assunto nuova urgenza mentre il nostro impatto sul pianeta diventa fin troppo chiaro”, spiega Chen. “Design e designer aiutano anche ad articolare il futuro, e quest’anno vogliamo mettere in evidenza ciò che i designer stanno vedendo mentre l’attività umana continua a modificare la natura stessa della Terra”. Design at large, The Swarovski Designers of the Future Award, Genetic Metropolis, Scandinavian Design e un focus su Gio Ponti sono gli highlights della fiera, che ospita inoltre le gallerie italiane Caterina Tognon (Venezia), Erastudio Apartment-Gallery (Milano), Antonella Villanova (Firenze), Rossella Colombari (Milano), Giustini / Stagetti (Roma), Nilufar (Milano).

Dall’11 al 16 giugno 2019
Design Miami
Hall 1 Süd, Messe Basel
www.basel2019.designmiami.com

7. I NEVER READ

I never read, veduta della fiera, 2016

Giunta all’ottava edizione, l’Art Book Fair di Basilea dall’ironico titolo torna negli spazi ex militari di Kaserne Basel dal 12 al 15 giugno 2019 con oltre 120 editori indipendenti provenienti da tutto il mondo con un programma di appuntamenti che comprende installazioni interattive, film, musica, tavole rotonde e anche attività sportive. BOLO Paper, Humboldt Books, Libri Finti Clandestini, Salvatore Liberti Illustration e San Rocco Magazine sono le case editrici italiane che parteciperanno ad I Never Read.

Dal 12 al 15 giugno 2019
I Never Read
Kaserne Basel
Klybeckstrasse 1b
www.ineverread.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.