Parco di Paestum e Velia e Museo delle Civiltà di Roma cercano un direttore. Ecco il bando

È online sul sito del Ministero della Cultura il bando internazionale per i direttori del Museo delle Civiltà all’EUR, Roma, e del Parco archeologico di Paestum e Velia di Capaccio (SA)

Parco Archeologico di Paestum e Velia
Parco Archeologico di Paestum e Velia

È online sul sito del Ministero della Cultura il bando internazionale per i direttori del Museo delle Civiltà e del Parco archeologico di Paestum. Ad annunciarlo il ministro Dario Franceschini, intenzionato a non lasciare sguarnita nessuna posizione dirigenziale: quella del Parco Archeologico di Paestum e Velia di Capaccio (SA) lasciata vacante da Gabriel Zuchtriegel che è stato nominato nuovo direttore del Parco Archeologico di Pompei; e quella del Museo della Civiltà all’Eur, Roma, la cui direzione è stata purtroppo interrotta dalla morte per Covid di Filippo Maria Gambari, dopo una vita dedicata all’archeologia. “Al via il bando internazionale per i direttori di due siti straordinari: il Museo delle Civiltà all’EUR, dove sono conservati reperti eccezionali provenienti da culture di tutto il mondo e testimonianze preziose della preistoria del nostro Paese, e il Parco Archeologico di Paestum e Velia, che con i suoi templi greci da secoli affascina i viaggiatori e oggi ha conosciuto un deciso rilancio e anche la ripesa di nuove, importanti campagne di scavo”.

IL PARCO ARCHEOLOGICO DI PAESTUM E VELIA DI CAPACCIO

Quella appena annunciata dal Ministero della Cultura è dunque una selezione pubblica internazionale per il conferimento dell’incarico di livello dirigenziale generale di direttore del Parco archeologico di Paestum e Velia al quale afferiscono oltre all’Area Archeologica di Paestum, inclusi la cinta muraria e l’edificio “Ex stabilimento Cirio” – Capaccio (Salerno), anche l’Area Archeologica e Museo Narrante di Foce Sele – Capaccio (Salerno), il Museo Archeologico Nazionale di Paestum – Capaccio (Salerno) e il Parco archeologico di Elia-Velia – Ascea (Salerno). Fino all’inizio della pandemia il Parco Archeologico di Paestum e Velia ha conosciuto una crescita costante del numero dei visitatori, ben al di sopra della media nazionale, fino ad arrivare al primato di 450mila ingressi nel 2019.

IL MUSEO DELLE CIVILTÀ DI ROMA

Del Museo delle Civiltà, istituto autonomo che raccoglie le collezioni del museo preistorico etnografico “Luigi Pigorini” – dove è conservato l’unico cranio di Uomo di Neanderthal finora esposto al pubblico in Italia, frutto del primo ritrovamento alla grotta Guattari del Circeo nel 1939, al quale si sono aggiunti gli ulteriori ritrovamenti annunciati in questi giorni – fanno parte il Museo Nazionale delle arti e tradizioni popolari, il Museo Nazionale d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci” e il Museo dell’Alto Medioevo. Si tratta di una realtà ben radicata nei percorsi formativi scolastici con una forte proiezione nella didattica e che ogni anno, prima della pandemia, accoglieva oltre 50mila visitatori. Recentemente il MuCiv ha acquisito importanti collezioni e sta conoscendo un significativo processo di riallestimento.

COSA FARANNO I DIRETTORI DEI 2 MUSEI

I direttori dei due musei saranno responsabili rispettivamente della gestione del Parco archeologico di Paestum e Veia e del Museo delle Civiltà di Roma nel loro complesso, nonché dell’attuazione e dello sviluppo del loro progetto culturale e scientifico programmando, indirizzando, coordinando e monitorando tutte le attività di gestione dei due istituti, inclusa l’organizzazione di mostre ed esposizioni, nonché di studio, valorizzazione, comunicazione e promozione del patrimonio dell’istituzione. L’incarico sarà a tempo determinato di quattro anni rinnovabile per un ulteriore quadriennio con un compenso annuo lordo di 83.142,69 euro più un eventuale premio di risultato pari ad un massimo di 15mila euro.

COME FUNZIONERÀ LA SELEZIONE

Le candidature verranno esaminate da una commissione di valutazione, composta da cinque membri di esperti di chiara fama nominati dal ministro. La commissione, esaminate le domande pervenute, ammetterà ad un colloquio, previsto per il mese di ottobre, fino a un massimo di dieci candidati, da cui selezionerà una terna di nominativi da sottoporre al Direttore Generale Musei per la scelta finale. Tutta la procedura si concluderà entro il 30 novembre 2021, ma la Commissione potrà chiedere, ove risultasse necessario per motivate esigenze istruttorie legate ai suoi lavori, una proroga di detto termine per un periodo non superiore a 90 giorni. C’è tempo per candidarsi fino al 20 giugno 2021.

-Claudia Giraud

https://cultura.gov.it/selection

ACQUISTA QUI la guida del Parco Archeologico di Paestum

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è Caporedattore Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica "Art Music" dedicata a tutti quei progetti dove il linguaggio musicale si interseca con quello delle arti visive. E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).