In viaggio con l’arte. E 8 libri da portare con sé

Succede ogni dieci anni, che nel giro di un paio di mesi ci sia la Biennale di Venezia, la Documenta a Kassel (e pure ad Atene), Skulptur Projekte a Münster e Art Basel. Ecco 8 libri per partire preparati.

1. ALL ART HAS BEEN CONTEMPORARY

Antonio Natali, Il museo (Silvana Editoriale)

Ha diretto gli Uffizi e ora lo trovate nell’inserto Grandi Mostre in veste d’editorialista. Antonio Natali ha raccolto qui un serie di riflessioni lucide e dirette: “La cupola di Brunelleschi […] rischia d’esser la calotta d’una città sottovuoto”.

Antonio Natali – Il museo – Silvana Editoriale – www.silvanaeditoriale.it

2. NON TUTTO IL MALE…

Angela Madesani , Le intelligenze dell’arte (Nomos)

Speculazione, commercializzazione e via lagnandosi. Ma l’arte è sempre stata legata al mercato, e molta arte esiste ed è esistita grazie ai mercanti. Alcuni straordinari, come quelli che hanno attraversato Milano dal 1876 al 1950.

Angela Madesani – Le intelligenze dell’arte – Nomos – www.nomosedizioni.it

3. SEMPRE PIÙ… IN BASSO

Giorgio Croatto & Antonello Boschi, Filosofia del nascosto (Marsilio)

Vi coglie l’ansia a passeggiare per le calli di Venezia, pensando che questa città galleggia sull’acqua e lentamente sprofonda? Rilanciate e leggete come si può “costruire, pensare, abitare nel sottosuolo”.

Giorgio Croatto & Antonello Boschi – Filosofia del nascosto – Marsilio – www.marsilioeditori.it

4. L’ARTE E LO SPAZIO

Francesco Poli & Francesco Bernardelli, Mettere in scena l’arte contemporanea (Johan & Levi)

Tutto cambia, niente cambia. L’arte contemporanea ha puntato il dito sullo “spazio intorno all’opera”, ma non è forse sempre stato così? Questo è un viaggio che vi porterà, fra l’altro, a Venezia, Kassel e Münster.

Francesco Poli & Francesco Bernardelli – Mettere in scena l’arte contemporanea – Johan & Levi – www.johanandlevi.com

5. LA STORIA DELL’ARTE. PUNTO

E.H. Gombrich, La storia dell’arte (Phaidon)

Ci aveva provato, aveva rinunciato, ora ci riprova: la notizia è che la corazzata Phaidon torna a produrre libri per l’Italia e in italiano. E fra le prime uscite c’è l’edizione di lusso della storia dell’arte di Gombrich. 70 euro ben spesi.

E.H. Gombrich – La storia dell’arte – Phaidon – www.phaidon.com

6. VISUALE: CHE VUOL DIRE?

Georges Didi-Huberman, Davanti all’immagine (Mimesis)

Non vi date pace, vedendo l’utilizzo massiccio del termine “visuale”? La colpa è dello storico dell’arte e filosofo francese, autore di questo libro finalmente tradotto in Italia. Magari non sarete d’accordo, ma avrete scovato il colpevole.

Georges Didi-Huberman – Davanti all’immagine – Mimesis – www.mimesisedizioni.it

7. IL SELFIE NO, VI PREGO

Giorgio Bonomi, Il corpo solitario. Vol. II (Rubbettino)

Giunge al secondo e ultimo volume l’impresa portata avanti nell’ultimo decennio da Giorgio Bonomi: costruire una enciclopedia dell’autoritratto fotografico. In totale sono 1.500 gli autori trattati. Ma lasciando alla sociologia il selfie.

Giorgio Bonomi – Il corpo solitario. Vol. II – Rubbettino – www.rubbettinoeditore.it

8. FORMIDABILI QUEGLI ANNI

Gianni Melotti, art/tapes/22 (Giunti)

Firenze, 1974-77: Maria Gloria Bicocchi scrive un brano fondamentale della storia dell’arte contemporanea. Da qui passano tutti, proprio tutti gli artisti che sperimentano con il mezzo video. E a fotografarli c’è lui, Gianni Melotti.

Gianni Melotti – art/tapes/22 – Giunti – www.giunti.it

– a cura di Marco Enrico Giacomelli

Articolo pubblicato su Artribune Magazine #37

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua 
inserzione sul prossimo Artribune

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.