Il 12 aprile esce in tutte le librerie l’album illustrato da Beatrice Alemagna dedicato a “La luna di Kiev”, la poesia di Gianni Rodari diventata virale nelle ultime settimane di guerra. I ricavati saranno devoluti alla Croce Rossa Italiana per l’emergenza in Ucraina

Chissà se la luna di Kiev è bella come la luna di Roma”, recita il primo verso della poesia di Gianni Rodari (Omegna, 1920 – Roma, 1980) diventata virale in queste settimane di conflitto. Un componimento breve, fatto di poche rime, ma che deve aver colpito la sensibilità di moltissimi lettori, grandi e piccini. Sì, perché a partire dalle prime ore dell’invasione russa in Ucraina, la poesia ha iniziato a circolare di mano in mano, di bacheca in bacheca, echeggiando sul web come una sorta di “preghiera” affinché la guerra cessi il suo drammatico corso.

Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev (EL, San Dorligo della Valle 2022)
Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev (EL, San Dorligo della Valle 2022)

LA FILASTROCCA PACIFISTA DI RODARI

Scritto dal maestro più celebre d’Italia nel 1955, e pubblicato all’interno della raccolta Filastrocche in cielo e in terra, il testo è un inno alla pace e alla fratellanza tra i popoli. Protagonista è lei, la luna, uguale da qualunque angolo del mondo la si osservi, “dall’India al Perù, dal Tevere al Mar Morto”: un messaggio di unione e uguaglianza, che a settant’anni dalla sua prima pubblicazione suona più che mai attuale.
È così che in questi giorni drammatici, nei quali la terribile guerra fra Ucraina e Russia non accenna a finire, Einaudi Ragazzi ha deciso di pubblicare la poesia rodariana in una nuova veste grafica. Lo scopo? Raccogliere fondi da destinare a chi in questo momento ne ha più bisogno, trasformando il messaggio positivo della filastrocca in un’azione concreta e utile al mondo.

Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev (EL, San Dorligo della Valle 2022)
Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev (EL, San Dorligo della Valle 2022)

IL COMMENTO DI ORIETTA FATUCCI

Lo scoppio della guerra in Ucraina ci ha sconvolti, e come casa editrice non potevamo rimanere a guardare senza fare nulla”, ha dichiarato ad Artribune Orietta Fatucci, direttrice di Edizioni EL e ideatrice del progetto.
All’inizio avevo pensato di realizzare un libro antologico sulla guerra, ma non ero del tutto persuasa. L’idea giusta è stata suggerita dai lettori: ‘La luna di Kiev’ a partire da quel drammatico 24 febbraio è diventata in pochi giorni virale sui social, ed è stata eletta a simbolo da chi aborrisce la guerra. Dal momento che, da anni, fa parte del nostro catalogo all’interno della raccolta ‘Filastrocche in cielo e in terra’, abbiamo pensato di trasformarla in un libro illustrato e totalmente benefico. È incredibile il potere dei testi di Rodari, che sono in grado di parlare ai lettori e rappresentarli come se fossero stati scritti oggi. E pensare che, invece, questa filastrocca ha quasi 70 anni…”.

Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev (EL, San Dorligo della Valle 2022)
Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev (EL, San Dorligo della Valle 2022)

LA COLLABORAZIONE CON LA CROCE ROSSA

Per vedere La luna di Kiev debuttare nuovamente sugli scaffali bisognerà aspettare il 12 aprile, giorno nel quale il libricino sarà distribuito in tutte le librerie e negli store online. “Sarà un libro buono e allo stesso tempo bellissimo”, si legge nella nota ufficiale diffusa dalla casa editrice. A disegnare le parole di Rodari è stata chiamata Beatrice Alemagna, punta di diamante dell’illustrazione italiana, che ha colto con entusiasmo l’invito illustrando in tempi record la filastrocca. I ricavati delle vendite saranno interamente devoluti alla Croce Rossa Italiana per l’emergenza in Ucraina.

Alex Urso

Gianni Rodari & Beatrice Alemagna – La luna di Kiev
EL, San Dorligo della Valle 2022
Pagg. 32, € 8
ISBN 9788866567738
www.edizioniel.com

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Alex Urso
Artista e curatore. Diplomato in Pittura (Accademia di Belle Arti di Brera). Laureato in Lettere Moderne (Università di Macerata, Università di Bologna). Corsi di perfezionamento in Arts and Heritage Management (Università Bocconi) e Arts and Culture Strategy (Università della Pennsylvania). Tra le istituzioni con cui ha collaborato in questi anni: Zacheta - National Gallery of Art di Varsavia, Istituto Italiano di Cultura di Varsavia, Padiglione Polacco - 16. Mostra Internazionale di Architettura Biennale di Venezia, Fondazione Benetton (catalogo “Imagus Mundi”), Adam Mickiewicz Institute. Nel 2017 è stato curatore della “Biennale de La Biche”. Dal 2014 scrive di arte per Artribune. Sempre per Artribune cura “Fantagraphic”, la rubrica di fumetti del sito. Suoi articoli e testi critici sono apparsi su cataloghi e testate di settore nazionali e internazionali.