Libri d’arte per metà dicembre. Da un classico di Orwell alle fotografie di Dino Fracchia

Torna anche questo weekend la selezione di sei libri freschi di stampa. Stavolta parliamo di classici della letteratura, movimenti di protesta, architetti giapponesi e Intelligenza Artificiale

La consueta rubrica settimanale delle novità librarie questa volta è ancora più varia, per fornirvi qualche spunto in vista del Natale e dei regali da acquistare per amici e parenti. Si inizia con il classico La fattoria degli animali di George Orwell illustrato da Quentin Gréban e si prosegue con la Innovation Rhapsody di Alberto Gennari (ideale come dono per il vostro capo), la cavalcata decennale lungo i movimenti di protesta in compagnia delle fotografie di Dino Fracchia, la minuziosa analisi condotta da Giusi Ciotoli e Marco Falsetti sugli “anni della rivoluzione formale” nell’architettura di Kenzo Tange, il romanzo-fiume Il capanno nero di Oek De Jong e infine l’approfondita disamina dei rapporti fra arte e Intelligenza Artificiale a firma di Rebecca Pedrazzi.

Marco Enrico Giacomelli

1. GEORGE ORWELL CONTRO LO STALINISMO

George Orwell & Quentin Gréban – La fattoria degli animali (Rizzoli, Milano 2021)

Novella allegorica fra le più note della modernità, Animal Farm è stata pubblicata nel 1945 e si è presto rivelata un longseller eccezionale. In Italia lo scritto di George Orwell è arrivato un paio di anni dopo, pubblicato da Mondadori nella collana Medusa. Nota la trama, che narra della rivolta degli animali che vivono in una fattoria; rivolta vittoriosa, che tuttavia nel corso del tempo conduce al culto della personalità e infine a una restaurazione, con gli ideali originari che si trasformano nell’amara massima “Tutti gli animali sono uguali, ma alcuni sono più uguali degli altri”.
Questa edizione è rivolta ai teenager: grande formato rilegato e cartonato, belle e ampie illustrazioni firmate da Quentin Gréban, belga classe 1977 che nel 2000 ha vinto il prestigioso Prix Saint-Exupéry.

George Orwell & Quentin Gréban – La fattoria degli animali
Rizzoli, Milano 2021
Pagg. 160, € 25
ISBN 9788817159371
https://www.rizzolilibri.it/

2. NON IL SOLITO MANUALE PER SEDICENTI IMPRENDITORI

Alberto Gennari – Innovation Rhapsody (Libri Scheiwiller, Milano 2021)

Ricevendo questo libro dalla casa editrice, mi sono sorti parecchi dubbi. Perché il marchio Libri Scheiwiller dovrebbe pubblicare un manuale di organizzazione aziendale? Certo, ormai il marchio stesso è di proprietà del gruppo Il Sole 24 Ore, ma davvero che c’entra il libro di un bocconiano là in mezzo?
Proprio questi dubbi hanno alzato il mio livello d’attenzione, e di curiosità: il titolo è piacione, d’accordo, con quella citazione appena mascherata dei Queen. Ma il riferimento alla musica non si ferma alla copertina, bensì corre lungo tutto il libro, con metafore e soprattutto con una playlist, che si può scaricare tramite un QR code. E non è una playlist motivazionale banale, si vede che Gennari è appassionato. E si vede che è appassionato anche di organizzazione aziendale, perché riesce a trasformare una disciplina tutto sommato noiosissima in una sequela di spunti intelligenti, davvero applicabili, per far crescere innanzitutto la qualità della vita di chi lavora in azienda e a quest’ultima ci tiene, non fosse altro perché vi trascorre almeno un terzo della propria giornata. Sarebbe da proporre come strenna ai colleghi e magari anche al proprio superiore.

Alberto Gennari – Innovation Rhapsody
Libri Scheiwiller, Milano 2021
Pagg. 240, € 24,90
ISBN 9788876446764
https://www.24orecultura.com/libri/#libriScheiwiller

3. MEZZO SECOLO DI PROTESTE DI PIAZZA

Dino Fracchia – In piazza. Rabbia e passione (Interno4, Rimini Milano 2021)

Interno4 Edizioni è, dal 2017, l’erede della NdA Press, casa editrice per la quale sono usciti volumi importanti come Dio non esiste, la fotografia sì! di Ando Gilardi e Pino Bertelli. Questa direttrice fotografica – che non è ovviamente l’unica in NdA e poi in Interno4 – è ora ripresa dal volume di Dino Fracchia, fotogiornalista di base a Milano che ha fatto del reportage la sua ragione di vita.
Qui sono raccolti un centinaio di scatti degli oltre 30mila del suo archivio, per percorrere mezzo secolo di storia delle proteste in Italia, dagli Anni Settanta fino ai Fridays For Future. Ad accompagnare le immagini, una nutrita schiera di interventi scritti da autori quali Vittorio Agnoletto, Sandrone Dazieri ed Erri De Luca.

Dino Fracchia – In piazza. Rabbia e passione
Interno4, Rimini 2021
Pagg. 250, € 19
ISBN 9788885747616
https://www.facebook.com/Interno4edizioni/

4. 30 ANNI DI ARCHITETTURA FIRMATA KENZO TANGE

Giusi Ciotoli & Marco Falsetti – Kenzo Tange. Gli anni della rivoluzione formale 1940_1970 (Franco Angeli, Milano 2021)

Per gli studiosi di architettura, un volume del genere è oro. Non esistevano infatti finora affondi così estesi e precisi sul lavoro di Kenzo Tange (1913-2005), in particolare relativi al trentennio in cui l’architetto giapponese esordisce e in brevissimo tempo giunge alle pianificazioni “megastrutturali”. Preziosi inoltre i materiali inediti che la coppia di autori, composta da Giusi Ciotoli e Marco Falsetti, ha potuto consultare.
Il volume è suddiviso in due parti: la prima, a firma di Falsetti, si concentra sul ventennio 1940-1960, con una sezione più teorica e generale e poi una analisi verticale di tre opere, nella fattispecie il Centro per la Pace di Hiroshima (1949/1956), l’Edificio amministrativo della Prefettura di Kagawa, Takamatsu (1954/1958) e il Municipio di Kurashiki (1958/1960); la seconda, di cui è autrice Ciotoli, è strutturata nella medesima maniera, e i focus sono dedicati al Piano per Tokyo (1960/1961), al Piano di Tsukiji, Tokyo (1960/1964) e al Centro delle Comunicazioni Yamanashi, Kofu (1961/1966).

Giusi Ciotoli & Marco Falsetti – Kenzo Tange. Gli anni della rivoluzione formale 1940/1970
Franco Angeli, Milano 2021
Pagg. 320, € 35
ISBN 9788835117995
https://www.francoangeli.it/

5. RETROSPETTIVA CON CADAVERE: UN THRILLER A TEMA ARTISTICO

Oek De Jong – Il capanno nero (Neri Pozza, Vicenza 2021)

Fiandre, regione della Zelanda. Viene rinvenuto il cadavere di una ragazzina in un capanno di campagna. Poco prima era stata vista insieme a un altro ragazzino di quattordici anni, Maris Coppoolse. Quarantacinque anni dopo, Coppoolse sta inaugurando una propria retrospettiva pittorica che occupa quindici sale dello Stedelijk Museum di Amsterdam. Ma di fronte al dipinto Drowning ha un mancamento, colto immediatamente da un giornalista specializzato.
Amanti dei thriller che hanno un’anima, e che non disdegnano come ambientazione quella dell’arte contemporanea – questo è il libro perfetto per voi.

Oek De Jong – Il capanno nero
Neri Pozza, Vicenza 2021
Pagg. 512, € 22
ISBN 9788854522152
https://neripozza.it/

6. TUTTO SUL RAPPORTO FRA ARTE E INTELLIGENZA ARTIFICIALE

Rebecca Pedrazzi – Futuri possibili. Scenari d’arte e Intelligenza Artificiale (Jaca Book, Milano 2021)

Libro corposo ma intelligentemente costruito, Futuri possibili permette al lettore curioso ma non necessariamente esperto di comprendere fino a che punto l’Intelligenza Artificiale faccia già parte integrante del mondo dell’arte in ogni sua declinazione, che si tratti di catalogazione, inclusione e naturalmente produzione.
Alla prima parte più tematica segue una seconda che sviluppa e approfondisce le questioni attraverso una serie di interviste; dialoghi che coinvolgono artisti come Mario Klingemann e Mike Tyka, ricercatrici come Julia Betancour e imprenditori-divulgatori come Andrea Concas.

Rebecca Pedrazzi – Futuri possibili. Scenari d’arte e Intelligenza Artificiale
Jaca Book, Milano 2021
Pagg. 384, € 45
ISBN 9788816417076
http://www.jacabook.it/

Dati correlati
AutoriDino Fracchia, Kenzo Tange
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.