1 minuto d’arte. La rubrica Instagram di Daniela Collu diventa un libro

Dalla rubrica Instagram #1 minuto d’arte alla carta stampata: un rapido tour mondiale alla scoperta di opere e monumenti insieme alla influencer e conduttrice romana Daniela Collu.

Daniela Collu
Daniela Collu

In certi ambiti, diciamo culturalmente più patinati, ricorrere a terminologie tecniche, riferimenti aulici o lemmi ricercati viene spontaneo, è quasi necessario. C’è il rischio però di allontanarsi da quella che in genere è la missione primaria, condividere.
Daniela Collu, nota sui social come Stazzitta, lavora sicuramente nella direzione opposta. In Un minuto d’arte: 60 capolavori per riscoprire il piacere dell’arte senza filtri, senza soggezione, e con uno sguardo libero. Il tuo non si perde in formalismi, andando dritta al nocciolo della questione. Sarà perché è una speaker radiofonica, o perché il libro è la versione cartacea di sua seguitissima rubrica su Instagram, ma quel che ne è derivato è una guida galattica per autostoppisti dell’arte. Pochi fronzoli, concetti base, aneddoti per fare bella figura, ironia e stupore a dosi illimitate.

DA INSTAGRAM ALLE LIBRERIE

Tutto è iniziato durante il lockdown quando, a partire da qualche storia su Instagram, Collu ha riscontrato fra i follower grande interesse per le sue pillole su opere e monumenti. Nella vita, come nell’arte, non si butta via niente, così ha rispolverato i suoi studi accademici e li ha trasformati con freschezza e ironia.
In ogni pagina ci porta a un’immersione rapida, e per niente appesantita, in un’opera specifica da lei selezionata. Del resto rapidità e leggerezza erano due delle lezioni che Calvino ci lasciava per il futuro. Insomma relegare la creazione artistica a una sorta di attività da colletti bianchi i cui professionisti non si sporcano le mani, né fisicamente né emotivamente, non funziona. L’arte è per tutti. Ed è forse questo il fil rouge del libro che, tra aneddoti e rebus, induce a porsi sempre nuove domande, tipo come si indovina un dipinto falso? Cos’è la melanconia?

Daniela Collu
Daniela Collu

60 CAPOLAVORI DA LEGGERE IN UN’ORA

Il libro si apre con le Ninfee di Monet e termina con una disamina del pene, con un focus specifico sull’arte del Cinquecento. Incontriamo i Chapman (per cui Collu ha un debole) e Cindy Sherman, Anish Kapoor e poi Kandinsky. Senza dimenticare i più classici da Vinci, Botticelli, Borromini, Klimt e Rothko. Non solo opere ma anche definizioni e personaggi.
Ad esempio, parlando di Kiki de Montparnasse, l’autrice scrive: “Una delle donne più celebri del suo tempo, immortalata in una foto celeberrima del suo fondoschiena, e no, non parlo di Emily Ratajkowski”. La Collu mischia presente e passato, arte alta e bellezza post-moderna, con voli pindarici e arguzie.
Memore della lezione del Vasari, c’è il pettegolezzo e c’è l’amore, come nel caso di Marina Abramović a cui sono dedicati ben due capitoli, grazie alla joint-venture con Ulay.
Così, pagina dopo pagina, potrete scoprire che a Mimmo Rotella è ispirato il personaggio di Moriconi nel film Un americano a Roma (proprio Awanagana), che Andy Warhol ha partecipato a Love boat, oppure che a Michelangelo hanno contestato il naso del David.
Se vuoi scoprire il rapporto tra Achille Lauro e Rembrandt e che c’entra Magritte con Tinder, questo è il libro giusto. In fondo, come ha scritto Julian Barnes, l’arte non si limita a catturare e trasmettere l’eccitazione, il brivido della vita. A volte, fa anche di più: è quel brivido.

Lucia Antista

Daniela Collu ‒ Un minuto d’arte: 60 capolavori per riscoprire il piacere dell’arte senza filtri, senza soggezione, e con uno sguardo libero. Il tuo
Vallardi, Milano 2020
Pagg. 144, € 16,90
ISBN 9788855053037
www.vallardi.it

ACQUISTA QUI il libro

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Lucia Antista
Laureata in Filologia moderna, vive a Milano, occupandosi di arte, fotografia e teatro per Libreriamo. Giornalista pubblicista, al limite della grafomania, collabora con varie testate e quando può scrive sul suo blog Luce fu.