8 libri per amare ancora di più Raffaello

La grande mostra alle Scuderie del Quirinale ha avuto un successo enorme, con i biglietti andati sold out per le ultime settimane. Che l’abbiate vista oppure no, le potete affiancare qualche libro. Dal catalogo della mostra alle graphic novel biografiche, dalle guide ai saggi più o meno corposi. Eccovi una selezione dei volumi pubblicati quest’anno.

1. NARRARE RAFFAELLO

Costantino D’Orazio – Raffaello. Il giovane favoloso (Skira, Milano 2020)

Il modello di questo biopic è l’indimenticabile Foto di gruppo con signora (1971) di Heinrich Böll, ma in questo caso Costantino D’Orazio ha operato una scelta ancora più sfidante. La vita e l’opera pittorica di Raffaello Sanzio sono narrate attraverso la voce di coloro i quali sono stati ritratti dall’artista. Si comincia con il Perugino, quel Pietro Vannucci che fu il suo maestro e che concluse, dopo la morte di Raffaello, l’affresco della Cappella di San Severo a Perugia; si finisce con una cortigiana, Lucrezia Corgnati detta Imperia, dipinta in veste di figura mitologica nel Trionfo di Galatea.
Inutile dire che il libro è assai piacevole da leggere – inutile dirlo perché ormai D’Orazio ha dimostrato ben più che a sufficienza la sua abilità divulgativa, che si tratti di scrittura, televisione o radio. Senza dimenticare la sua attività di curatore: il prossimo grande progetto inaugurerà a metà settembre a Villa Borghese.

Costantino D’Orazio – Raffaello. Il giovane favoloso
Skira, Milano 2020
Pagg. 184, € 16
ISBN 9788857243177
www.skira.net

2. VITA DI RAFFAELLO A FUMETTI

Chiara Stigliani & Ernesto Anderle – Raffaello (BeccoGiallo, Padova 2020)

Se vi aspettate la classica biografia a fumetti, con la pagina suddivisa in vignette e i balloon per contenere dialoghi e pensieri, allora sarete delusi. Sarebbe infatti più corretto descrivere questo libro come una biografia illustrata, sebbene non manchino pagine realizzate in maniera più classica, come quelle – magnifiche e oniriche – che raccontano la genesi del David.
A realizzare il tutto è una coppia inedita: alla scrittura c’è Chiara Stigliani, conservatrice e restauratrice d’arte contemporanea, ai disegni Ernesto Anderle, artista trentino che probabilmente avrete incrociato su Facebook in una delle sue pagine di grande successo come Vincent van Love, diventato un libro nel 2019 sempre grazie all’editore patavino BeccoGiallo.

Chiara Stigliani & Ernesto Anderle – Raffaello
BeccoGiallo, Padova 2020
Pagg. 160, € 18
ISBN 9788833141046
www.beccogiallo.it

3. RAFFAELLO AL VATICANO

Nicole Dacos – Le Logge di Raffaello (Jaca Book – Libreria Editrice Vaticana, Milano – Città del Vaticano 2020²)

Dici Raffaello, dici Vaticano e, per il 99% degli intervistati, la risposta è La Scuola di Atene, all’interno di quella strepitosa sequenza chiamata “Stanze vaticane”, ovvero gli appartamenti di Giulio II affrescati dall’artista dal 1508 al 1524. Negli stessi anni, tuttavia, Raffaello è all’opera anche nelle Logge edificate dal Bramante sempre per volere di Papa Giulio II. Opera meno spettacolare ma carica di fascino e mistero.
Ad analizzarne ogni dettaglio, fin nella più nascosta e astrusa grottesca, è Nicole Dacos – studiosa dal curriculum impressionante, scomparsa nel 2014, allieva fra gli altri di Gombrich, Briganti e Zeri –, in un libro maniacalmente composto e, nella sua confezione di grande formato e rilegato, piacevole pure da sfogliare, con un apparato iconografico più che generoso.

Nicole Dacos – Le Logge di Raffaello
Jaca Book – Libreria Editrice Vaticana, Milano – Città del Vaticano 2020²
Pagg. 351, € 50
ISBN 9788816606067
www.jacabook.it | www.libreriaeditricevaticana.va

4. PRIMA L’UOMO E POI DIO

Luca Nannipieri – Raffaello. Il trionfo della ragione (Skira, Milano 2020)

Un’interpretazione radicale e militante, quella che Luca Nannipieri fornisce in questo breve saggio dedicato allo Sposalizio della Vergine (1504) di Raffaello. L’olio su tavola conservato alla Pinacoteca di Brera, infatti, porta lo sguardo dell’osservatore non solo e non tanto sulla scena neotestamentaria in primo piano, ma sul tempio umanissimo nel quale converge la prospettiva centrale. Quasi come se l’episodio biblico si svolgesse all’ombra del manufatto eretto dall’umana sapienza rinascimentale.
Un pamphlet rigorosamente laico, che magari non è inattaccabile dal punto di vista ermeneutico, ma che fa assai bene nel contesto contemporaneo.

Luca Nannipieri – Raffaello. Il trionfo della ragione
Skira, Milano 2020
Pagg. 80, € 9
ISBN 9788857243191
www.skira.net

5. RAFFAELLO: UNA GUIDA PER ROMA

Francesco Benelli & Silvia Ginzburg – Raffaello pittore e architetto a Roma (Officina Libraria, Roma 2020)

Lo abbiamo scritto anche noi qualche giorno fa: aver perso la mostra alle Scuderie del Quirinale è un fatto senz’altro grave, ma Roma offre comunque, in maniera permanente, una gran quantità e qualità di opere di Raffaello, peraltro spesso visibili nel loro contesto originario.
A fare il punto con un’agile guida è il libro Raffaello pittore e architetto a Roma, opera coordinata da Francesco Benelli e Silvia Ginzburg, che ci portano naturalmente al Vaticano, ma anche alla Galleria Borghese e a Santa Maria della Pace, alla Farnesina e a Sant’Agostino, a Santa Maria del Popolo e alla Galleria Doria Pamphilj, e ancora a Palazzo Barberini, a Sant’Eligio degli Orefici, a Palazzo di Jacopo da Brescia, a Palazzo Alberini e infine a Villa Madama. Unico neo: essendo una guida, avremmo preferito un formato più ridotto, pur a scapito delle dimensioni delle immagini.

Francesco Benelli & Silvia Ginzburg – Raffaello pittore e architetto a Roma
Officina Libraria, Roma 2020
Pagg. 96, € 18
ISBN 9788833670812
officinalibraria.net

6. LETTERA A PAPA LEONE X

Raffaello – Lettera a papa Leone X (Skira, Milano 2020)

Correva l’anno 1519 e Raffaello Sanzio, insieme a Baldassarre Castiglione, scrive a Papa Leone X una lettera di capitale importanza. Si può infatti dire che nasca in questo frangente l’esigenza intellettuale e pragmatica di conservare e manutenere le vestigia antiche, che all’epoca erano lasciate al loro destino rovinoso, quando non venivano utilizzate come fonte a basso costo di materiali da costruzione.
Quanti […] Pontefici hanno atteso a ruinare templi antichi, statue, archi e altri edifici gloriosi! Quanti hanno comportato che solamente per pigliar terra pozzolana si sieno scavati dei fondamenti, onde in poco tempo poi gli edifici sono venuti a terra! Quanta calce si è fatta di statue e d’altri ornamenti antichi! che ardirei dire che tutta questa Roma nuova che ora si vede, quanto grande ch’ella si sia, quanto bella, quanto ornata di palagi, chiese e altri edifici che la scopriamo, tutta è fabricata di calce e marmi antichi”. Come a dire: tu, Leone X, ti comporterai in maniera ben più saggia, nevvero?

Raffaello – Lettera a papa Leone X
a cura di Valerio Terraroli
Skira, Milano 2020
Pagg. 48, € 9
ISBN 9788857243207
www.skira.net

7. RAFFAELLO ROMANZATO

Francesco Fioretti – Raffaello. La verità perduta (Piemme, Milano 2020)

Dante, Caravaggio, Leonardo… Non poteva mancare un romanzo anche su Raffaello, pubblicato a cinquecento anni dalla morte, così com’è stato nel caso del genio di Vinci. A firmarlo è Francesco Fioretti, penna ormai adusa a rendere scenografiche le vite (e le opere: ad esempio l’Inferno dell’Alighieri) dei grandissimi della nostra storia culturale.
Strumento utile per chi ama avvicinarsi con cautela a mostri sacri di tale levatura, nonché ennesimo caso di come la critica e la storia dell’arte si stia riavvicinando a una letterarietà di cui nel nostro Paese avevamo un campione incontrastato: Roberto Longhi.

Francesco Fioretti – Raffaello. La verità perduta
Piemme, Milano 2020
Pagg. 280, € 18,50
ISBN 9788856675177
www.edizpiemme.it

8. RAFFAELLO IN MOSTRA A ROMA

Raffaello 1520-1483 (Skira, Milano 2020)

Non poteva mancare in questa panoramica il catalogo della mostra alle Scuderie del Quirinale – mostra di cui abbiamo parlato a più riprese e che, nella sua indiscutibile rilevanza, non è stata scevra da critiche, in particolare per la scelta di proporre l’opera di Raffaello à rebours, come emerge chiaramente dal titolo.
Ma se questo è un rilievo che si può muovere all’impianto della mostra, più tradizionali sono i tanti saggi che arricchiscono il volume, ben diciotto, accompagnati da un amplissimo apparato iconografico e a puntuali schede tecniche delle opere esposte.

Raffaello 1520-1483
a cura di Marzia Faietti e Matteo Lafranconi
Skira, Milano 2020
Pagg. 544, € 46
ISBN 9788857243085
www.skira.net

‒ Marco Enrico Giacomelli

Evento correlato
Nome eventoRaffaello 1520–1483
Vernissage02/06/2020 no
Duratadal 02/06/2020 al 30/08/2020
Autore Raffaello
CuratoriMarzia Faietti, Matteo Lafranconi
Generearte antica
Spazio espositivoSCUDERIE DEL QUIRINALE
IndirizzoVia XXIV Maggio 16 - Roma - Lazio
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014), "Un regard sur l’art contemporain italien du XXIe siècle" (Paris 2016, con Arianna Testino). In qualità di traduttore, ha pubblicato testi di Augé, Bourriaud, Deleuze, Groys e Revel. Nel 2014 ha curato la mostra (al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano) e il libro (edito da Marsilio) "Achille Compagnoni. Oltre il K2". Nel 2018 ha curato la X edizione della Via del Sale in dieci paesi dell'Alta Langa e della Val Bormida. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, la Libera Università di Bolzano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV e Ca' Foscari di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Redige (insieme a Massimiliano Tonelli) la sezione dedicata all'arte contemporanea del rapporto annuale "Io sono cultura" prodotto dalla Fondazione Symbola. Insegna Critical Writing alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.