Dopo Picasso, Warhol e Cattelan. All’UCCA di Pechino grande mostra su Henri Matisse

L’UCCA Center for Contemporary Art di Pechino continua con la serie di grandi mostre dedicate agli artisti più celebri della contemporaneità con una retrospettiva in programma da marzo a giugno 2022 su Matisse

L'ingresso della sede centrale di UCCA, a Pechino. Courtesy, UCCA Center
L'ingresso della sede centrale di UCCA, a Pechino. Courtesy, UCCA Center

Dopo le grandi mostre di Pablo PicassoAndy Warhol e quella attualmente in corso di Maurizio Cattelan, l’UCCA Center for Contemporary Art continua nella programmazione di grandi mostre dedicate agli artisti più celebri della storia dell’arte contemporanea, grazie alla collaborazione delle istituzioni museali occidentali. L’UCCA è la principale istituzione indipendente cinese di arte contemporanea con sede a Pechino che conta due sedi distaccate ad Aranya (località turistica vicina alla capitale cinese) chiamata DUNE e a Shanghai, quest’ultima chiamata EDGE, oltre a una quarta sede che verrà inaugurata nel 2024 a Chengdu, capoluogo del Sichuan. Il protagonista della prossima grande esposizione, in programma da marzo a giugno 2022, sarà infatti Henri Matisse, con 250 opere provenienti dal Musée Matisse Le Cateau-Cambrésis, per la più ampia retrospettiva mai organizzata in Cina sull’artista francese.  

Henri Matisse Self Portrait 1918
Henri Matisse Self Portrait 1918

LA MOSTRA DI MATISSE ALL’UCCA DI PECHINO NEL 2022 

Matisse by Matisse, è questo il titolo della mostra curata dal direttore  del Musée Matisse Le Cateau-Cambrésis Patrice Deparpe, sarà suddivisa in dieci sezioni, ognuna delle quali racconterà una fase di vita e di carriera di Matisse, a partire dai suoi studi e le prime opere ispirate ai maestri del passato fino alla svolta Fauve, per poi analizzare le sue esplorazioni stilistiche (ad esempio la ritrattistica attraverso la scultura) e l’influenza che i viaggi ebbero sulla sua arte, in particolare il periodo trascorso a Tahiti. Una sezione della mostra, inoltre, analizza l’influenza che Matisse e il Fauvismo ebbero sulla pittura cinese dagli anni Venti ai Quaranta. “Con questa rara mostra”, dichiara il direttore e amministratore delegato di UCCA Philip Tinari“l’UCCA è onorata di continuare a presentare al pubblico cinese figure chiave dell’arte del ventesimo secolo. Non vediamo l’ora di portare questa importante fiera a Pechino e Shanghai il prossimo anno”. Dopo Pechino, la mostra sarà infatti presentata all’EDGE di Shanghai da luglio a ottobre 2022. 

– Desirée Maida 

https://ucca.org.cn/ 

Dati correlati
AutoreHenri Matisse
Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.