UOVO: Brooklyn, apre a New York il quarto spazio dell’azienda di stoccaggio di opere d’arte

Dopo gli spazi a Manhattan e Long Island City, l’azienda specializzata in stoccaggio di opere d’arte apre la sua quarta sede a Brooklyn

Rendering of UOVO BROOKLYN by Butz Wilbern. Courtesy of UOVO

Negli ultimi mesi vi abbiamo parlato dei numerosi progetti di ampliamento, costruzione o ristrutturazione che vedono protagonisti soprattutto i musei statunitensi: tra tutti, ricordiamo la Glassel School, scuola d’arte del Museum of Fine Arts di Houston in Texas la cui riprogettazione è stata firmata da Steven Holl e Deborah Nevins; la Dia Art Foundation di New York; l’Hood Museum of Art del Dartmouth College, nel New Hampshire; l’ICA Watershead, il nuovo spazio di ICA – Institute of Contemporary Art Boston; il Crocker Art Museum a Sacramento. La storia che stiamo per raccontarvi adesso ha sempre a che vedere con luoghi dedicati all’arte che si ampliano, ma non si tratta di musei, né di gallerie. UOVO, azienda di stoccaggio di collezioni d’arte e moda, di recente ha svelato che aprirà una quarta sede a Bushwick, nella parte settentrionale di Brooklyn a New York.

IL NUOVO SPAZIO

UOVO: BROOKLYN si estende per quasi 14mila metri quadrati ed è realizzato in cemento armato, materiale ideale per la sicurezza, la temperatura e il controllo del clima. Lo stoccaggio sarà distribuito su tre piani, ciascuno con un’altezza del soffitto di oltre 6 metri per ospitare anche opere d’arte monumentali. Il progetto realizzato dallo studio di architettura Butz-Wilbern è pensato in modo specifico per le collezioni di belle arti, design e moda. Come tutte le strutture dell’azienda, anche la nuova sede di Brooklyn avrà uno staff di esperti per assistere i clienti nelle operazioni di trasporto, installazione, spedizione e imballaggio dei beni. L’apertura della sede è prevista nell’autunno 2019.

L’AZIENDA

Oltre a quello di Bushwick, l’azienda gestisce anche due magazzini a nord di Manhattan di 14mila e 9mila metri quadrati, e la sede principale che si trova a Long Island City, di oltre 26mila metri quadrati. Oltre ai già citati servizi di stoccaggio, trasporto e imballaggio, all’interno dei suoi spazi UOVO offre sale di osservazione in cui è possibile fermarsi per una pausa caffè o un pranzo veloce. “Dall’apertura di UOVO nel 2014, abbiamo assistito a una domanda senza precedenti per il nostro magazzino e i servizi artistici integrati, che rappresentano una re-immaginazione completa del settore”, spiega il fondatore e presidente di UOVO Steven Guttman. “Aprire UOVO: BROOKLYN è il nostro ultimo contributo al sostegno della comunità culturale di New York, inclusi artisti, collezionisti, gallerie, designer, case di moda e musei”.

– Desirée Maida

www.uovo.art

 

Iscriviti alla nostra newsletter
CONDIVIDI
Desirée Maida
Desirée Maida (Palermo, 1985) ha studiato presso l’Università degli Studi di Palermo, dove nel 2012 ha conseguito la laurea specialistica in Storia dell’Arte. Palermitana doc, appassionata di alchimia e cultura giapponese, approda al mondo dell’arte contemporanea dopo aver condotto studi sulla pittura del Tardo Manierismo meridionale (approfonditi durante un periodo di ricerche presso la Galleria Regionale della Sicilia di Palazzo Abatellis) e sull’architettura medievale siciliana. Ha scritto per testate siciliane e di settore, collaborato con gallerie d’arte e curato mostre di artisti emergenti presso lo Spazio Cannatella di Palermo. Oggi fa parte dello staff di direzione di Artribune e cura per realtà private la comunicazione di progetti artistici e culturali.